Vai al sito parlamento.it Vai al sito camera.it

Portale storico della Camera dei deputati

VI Legislatura della Repubblica italiana

dal 25 maggio 1972 al 4 luglio 1976
Tipo di elezioni: Proporzionale (1946-1993) Presidenze Camera: Alessandro Pertini

scheda della legislatura
1972
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 25 maggio 1972
    Alla Camera e al Senato si tiene la prima seduta della VI legislatura. Sandro Pertini (PSI) è riconfermato Presidente della Camera dei deputati. Amintore Fanfani (DC) è riconfermato Presidente del Senato.
  • Politica, cultura e società
    mercoledì, 31 maggio 1972
    A Peteano (GO) cinque carabinieri vengono attirati in un'imboscata da una telefonata anonima. A seguito di un'esplosione tre di essi perdono la vita. La responsabilità della strage ricadrà su terroristi neofascisti.
  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 4 giugno 1972
    Il Capo dello Stato Leone affida nuovamente a Giulio Andreotti (DC) l'incarico di formare il Governo.
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 26 giugno 1972
    Giulio Andreotti (DC) scioglie positivamente la riserva e forma il suo II Governo, sostenuto da una coalizione composta da DC-PSDI-PLI, con l'appoggio esterno del PRI e il passaggio all'opposizione del PSI (DPR 26 giugno 1972).
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 27 giugno 1972
    Nella seduta antimeridiana il Parlamento in seduta comune elegge sei componenti del Consiglio superiore della magistratura: Nicola Carulli, Giovanni Di Benedetto, Giuseppe Ferrari, Giacinto Bosco, Marcello Capurso e Franco Maris. Nella seduta pomeridiana Lucio Mario Luzzatto è eletto, al secondo scrutinio, componente del CSM e Leonetto Amadei giudice della Corte Costituzionale.
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 4 luglio 1972
    Il Presidente del Consiglio Andreotti presenta il Governo alle Camere e ne espone il programma. Alla Camera si svolge la discussione sulle dichiarazioni del Presidente del Consiglio. La mozione di fiducia presentata da Piccoli (DC), Cariglia (PSDI), Giomo (PLI), Riz (SVP) e La Malfa (PRI) è approvata con 329 voti favorevoli e 288 contrari.
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 11 luglio 1972
    Al Senato si svolge la discussione sulle dichiarazioni del Presidente del Consiglio. La mozione di fiducia presentata da Spagnolli (DC), Ariosto (PSDI), Brosio (PLI) e Cifarelli (PRI) è approvata con 163 voti favorevoli e 155 contrari.
  • Politica, cultura e società
    giovedì, 13 luglio 1972
    Al IV congresso del PSIUP a Roma si decide a maggioranza lo scioglimento del partito e la confluenza nel PCI.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    martedì, 5 settembre 1972
    Alle XX Olimpiadi in corso a Monaco di Baviera un gruppo di terroristi palestinesi irrompe negli alloggi israeliani del villaggio olimpico, uccidendo due atleti che avevano tentato di opporre resistenza e prendendo in ostaggio altri nove membri della squadra olimpica di Israele. Un tentativo di liberazione compiuto dalla polizia tedesca porterà alla morte di tutti gli atleti sequestrati, di cinque terroristi e di un poliziotto tedesco.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    lunedì, 25 settembre 1972
    Il popolo norvegese, consultato mediante referendum, vota contro l'adesione della Norvegia alle Comunità europee. Le consultazioni referendarie in Irlanda e Danimarca si concludono, invece, con l'adesione dei due Paesi.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    lunedì, 16 ottobre 1972
    La Gran Bretagna ratifica gli atti di adesione alle Comunità europee.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 26 ottobre 1972
    La Camera elegge diciotto rappresentanti al Parlamento europeo. Lo stesso giorno il Senato elegge gli altri diciotto membri.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    martedì, 7 novembre 1972
    Il 37° Presidente degli Stati Uniti d'America Richard Milhous Nixon è riconfermato nella carica, dopo aver battuto a larghissima maggioranza il candidato democratico George McGovern.
  • Politica, cultura e società
    giovedì, 9 novembre 1972
    Si apre a Genova il XXXIX congresso del PSI che sancisce l'alleanza fra la corrente degli autonomisti di Nenni e i sostenitori di De Martino. Il PSI si dichiara favorevole ad una ripresa del centro sinistra.
  • Politica, cultura e società
    venerdì, 1° dicembre 1972
    Muore Antonio Segni, già Presidente della Repubblica.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 14 dicembre 1972
    La commissione Difesa della Camera approva la proposta di legge Norme per il riconoscimento della obiezione di coscienza (A.C. 1247), approvata dal Senato il 30 novembre (legge 15 dicembre 1972, n. 772).
  • Politica estera ed eventi internazionali
    sabato, 30 dicembre 1972
    Il Presidente degli Stati Uniti Nixon annuncia la ripresa dei negoziati e la sospensione dei bombardamenti in Vietnam.



1973
  • Politica estera ed eventi internazionali
    lunedì, 1° gennaio 1973
    La Danimarca, l'Irlanda e il Regno Unito aderiscono alle Comunità europee. Entra in vigore l'accordo di libero scambio con l'Austria, la Svizzera, il Portogallo e la Svezia. 
  • Politica estera ed eventi internazionali
    giovedì, 18 gennaio 1973
    L'Italia riconosce la Repubblica Democratica di Germania e i due Paesi stabiliscono relazioni diplomatiche.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    sabato, 27 gennaio 1973
    Il Sottosegretario di Stato statunitense Rogers e il Ministro degli Esteri del Vietnam del Nord Nguyen Duy Trinh firmano a Parigi il cessate il fuoco.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    lunedì, 12 febbraio 1973
    Vengono chiusi i mercati dei cambi in tutti i paesi della CEE, il dollaro è svalutato del 10%. La lira torna alla fluttuazione libera.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 23 febbraio 1973
    Francesco Paolo Bonifacio è eletto presidente della Corte costituzionale.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    domenica, 4 marzo 1973
    John Volpe è il nuovo ambasciatore degli Stati Uniti d'America in Italia.
  • Politica, cultura e società
    giovedì, 12 aprile 1973
    La questura di Milano vieta un comizio del leader missino della rivolta di Reggio Calabria Ciccio Franco. Seguono duri scontri tra i gruppi missini che cercano di raggiungere la piazza e le forze dell'ordine. L'agente di polizia Antonio Marino perde la vita a causa dello scoppio di una bomba lanciata dai manifestanti.
  • Politica, cultura e società
    lunedì, 16 aprile 1973
    Nel quartiere di Primavalle a Roma muoiono carbonizzati nell'incendio doloso della loro abitazione Virgilio e Stefano Mattei, di ventidue e otto anni, figli del segretario della locale sezione del MSI. La magistratura incriminerà tre giovani di “Potere Operaio”.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    lunedì, 30 aprile 1973
    Un ministro e tre consiglieri del Presidente degli Stati Uniti rassegnano le dimissioni perché implicati nel c.d. “scandalo Watergate”.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 3 maggio 1973
    Viene pubblicato in G. U. il DPR n. 156 del 29 marzo 1973, recante il Testo unico in materia di comunicazioni, che unifica tutti i mezzi di comunicazione a distanza in una sola categoria, rendendo illegali i canali privati. Nei giorni successivi il Ministro delle poste Giovanni Gioia porrà sotto sequestro l'emittente via cavo Telebiella, che aveva infranto il monopolio pubblico della RAI.
  • Politica, cultura e società
    venerdì, 25 maggio 1973
    L'editore Edilio Rusconi acquisisce il 50 per cento del quotidiano Il Messaggero di Roma; anche Il Corriere della sera muta il proprio assetto proprietario, del quale entrano a far parte gli imprenditori Gianni Agnelli e Angelo Moratti.
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 28 maggio 1973
    Alla Camera il leader repubblicano Ugo La Malfa annuncia il ritiro della fiducia del proprio partito al Governo, in seguito alle mancate dimissioni del Ministro delle poste Gioia, in relazione alle vicende delle trasmissioni televisive via cavo.
  • Politica, cultura e società
    mercoledì, 6 giugno 1973
    Si tiene a Roma il XII congresso nazionale della DC, che approva il “documento Fanfani”, che apre la via al ritorno al centrosinistra e ratifica gli accordi tra le correnti, noti come "accordi di Palazzo Giustiniani".
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 12 giugno 1973
    Il Presidente del Consiglio Andreotti (DC) rassegna le dimissioni, in seguito al ritiro dell'appoggio esterno al Governo dei repubblicani.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 17 giugno 1973
    Al Consiglio Nazionale della DC Amintore Fanfani è eletto segretario politico del partito, Benigno Zaccagnini è confermato alla presidenza.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 20 giugno 1973
    Il Capo dello Stato Leone affida l'incarico di formare il nuovo Governo a Mariano Rumor (DC).
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 27 giugno 1973
    Il senatore Giovanni Spagnolli (DC) è eletto Presidente del Senato in sostituzione di Amintore Fanfani (DC).
  • Politica estera ed eventi internazionali
    martedì, 3 luglio 1973
    Si apre a Helsinki, in Finlandia, la Conferenza sulla sicurezza e la cooperazione in Europa (CSCE).
  • Parlamento e istituzioni
    sabato, 7 luglio 1973
    Mariano Rumor (DC), dopo lunghe trattative con i partiti di centrosinistra, scioglie positivamente la riserva e forma il suo IV Governo composto da DC, PSI, PSDI e PRI (DPR 7 luglio 1973).
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 16 luglio 1973
    Il Presidente del Consiglio Rumor presenta il Governo alle Camere e ne espone il programma. Al Senato si svolge la discussione sulle dichiarazioni del Presidente del Consiglio. La mozione di fiducia presentata da Bartolomei (DC), Cipellini (PSI), Ariosto (PSDI) e Spadolini (PRI) è approvata con 190 voti favorevoli e 120 contrari.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 19 luglio 1973
    Alla Camera si svolge la discussione sulle dichiarazioni del Presidente del Consiglio. La mozione di fiducia presentata da Piccoli (DC), Oronzo Reale (PRI), De Martino (PSI) e Cariglia (PSDI) è approvata con 371 voti favorevoli e 242 contrari.
  • Politica, cultura e società
    martedì, 28 agosto 1973
    A Napoli si diffonde un'epidemia di colera, che nei giorni successivi si svilupperà anche a Bari e in altri centri del Sud del Paese. Le vittime saranno circa trenta.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    martedì, 11 settembre 1973
    Il Presidente della Repubblica cilena Salvador Allende viene assassinato nel palazzo presidenziale dopo il colpo di Stato guidato dal generale Augusto Pinochet .
  • Politica, cultura e società
    lunedì, 17 settembre 1973
    La Banca d'Italia innalza il tasso ufficiale di sconto dal 4 al 6,5 %, l'emissione dei buoni del tesoro viene semestralizzata.
  • Politica, cultura e società
    venerdì, 28 settembre 1973
    Con il primo di tre articoli intitolati “Riflessioni sui fatti del Cile”, pubblicati su Rinascita Enrico Berlinguer pone come obiettivo del PCI l'entrata in una grande coalizione di governo composta da democristiani, socialisti e comunisti.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    sabato, 6 ottobre 1973
    L'Egitto attacca Israele sul fronte del Sinai, la Siria attacca sul fronte del Golan (guerra del Kippur). I paesi membri dell'Organizzazione dei paesi produttori di petrolio (OPEC) decidono di limitare o vietare le esportazioni verso i paesi occidentali amici di Israele. Lo shock petrolifero provoca una grave crisi economica in tutti i paesi che dipendono dalle importazioni di greggio.
  • Politica, cultura e società
    venerdì, 9 novembre 1973
    A La Spezia e a Padova vengono arrestate alcune persone coinvolte nel disegno eversivo “Rosa dei venti”, organizzazione che coordina gruppi protagonisti di vari atti terroristici, volti a combattere il comunismo.
  • Politica, cultura e società
    sabato, 17 novembre 1973
    L'organizzazione di estrema destra Ordine nuovo, fondata da Pino Rauti, è sciolta in seguito alla condanna emessa dal Tribunale di Roma nei confronti di trenta aderenti, accusati di ricostituzione del disciolto partito fascista.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 23 novembre 1973
    A fronte della grave crisi energetica il Governo vara provvedimenti finalizzati a contenere i consumi petroliferi, come l'introduzione di limiti di velocità su strade e autostrade, divieti di circolazione nei giorni festivi per autoveicoli e natanti ecc.
  • Politica, cultura e società
    lunedì, 10 dicembre 1973
    Il direttore del personale della FIAT Auto Ettore Amerio viene rapito a Torino dalle Brigate Rosse. Sarà liberato il 18 dicembre.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    venerdì, 14 dicembre 1973
    A seguito della crisi energetica, al vertice di Copenaghen gli Stati membri della Comunità europea riconoscono la necessità di adottare una politica comune in materia di energia.
  • Politica, cultura e società
    lunedì, 17 dicembre 1973
    All'aeroporto romano di Fiumicino terroristi palestinesi assaltano un boeing della Panam provocando trenta morti. Dirottano un aereo della Lufthansa con quattordici ostaggi e raggiungono Kuwait City, dove si arrenderanno.



1974
  • Politica, cultura e società
    mercoledì, 13 febbraio 1974
    35 avvisi di reato sono inviati a petrolieri, dirigenti dell'ENEL ed esponenti politici per lo "scandalo dei petroli", fondi utilizzaci dalle società petrolifere per influenzare la politica energetica del governo in senso contrario alla costituzione di centrali nucleari.
  • Politica, cultura e società
    sabato, 16 febbraio 1974
    92 intellettuali cattolici sottoscrivono un appello a favore della legge sul divorzio.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    sabato, 23 febbraio 1974
    Il primo ministro libico Abdul Salam Jallud sottoscrive, a Roma, un accordo con il Presidente del Consiglio Rumor e il Ministro degli esteri Moro per la fornitura all'Italia di petrolio in cambio della cooperazione economica, tecnica ed industriale alla Libia.
  • Parlamento e istituzioni
    sabato, 2 marzo 1974
    Il Presidente del Consiglio, Rumor (DC), rassegna le dimissioni del Governo in seguito ai forti contrasti emersi tra il Ministro del bilancio, Giolitti (PSI), e quello del tesoro, La Malfa (PRI), circa la linea di politica economica da seguire.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    domenica, 3 marzo 1974
    L'esercito israeliano si ritira dal Canale di Suez che viene riconsegnato all'Egitto. Sulla sponda orientale del Canale un corpo di pace delle Nazioni Unite prende posizione fra le forze armate israeliane e quelle egiziane.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 6 marzo 1974
    Il Presidente della Repubblica, Leone, affida l'incarico di formare il nuovo Governo nuovamente a Rumor (DC).
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 14 marzo 1974
    Il Presidente del Consiglio Rumor (DC) scioglie positivamente la riserva e forma il suo V Governo composto da DC, PSDI e PSI, sostenuto dall'appoggio esterno del PRI.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 21 marzo 1974
    Il Presidente del Consiglio Rumor presenta il Governo alle Camere e ne espone il programma.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 22 marzo 1974
    Alla Camera si svolge la discussione sulle dichiarazioni del Presidente del Consiglio. La mozione di fiducia presentata da Piccoli (DC), Mariotti (PSI), Cariglia (PSDI) e Biasini (PRI) è approvata con 343 voti favorevoli e 231 contrari.
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 26 marzo 1974
    Al Senato si svolge la discussione sulle dichiarazioni del Presidente del Consiglio. La mozione di fiducia presentata da Bartolomei (DC), Zuccalà (PSI), Ariosto (PSDI) e Spadolini (PRI) è approvata con 183 voti favorevoli e 119 contrari.
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 9 aprile 1974
    La Camera approva la proposta di legge Contributo dello Stato al finanziamento dei partiti politici (A.C. 2860), che sarà approvata dal Senato il 17 aprile (legge 2 maggio 1974, n. 195).
  • Politica, cultura e società
    giovedì, 18 aprile 1974
    A Genova, le Brigate rosse rapiscono il giudice Mario Sossi, che nel 1973 era stato pubblico ministero al processo contro il gruppo terroristico “XXII Ottobre”. Pochi giorni dopo in cambio della liberazione di Sossi i brigatisti chiedono il rilascio di detenuti appartenenti al gruppo “XXII Ottobre”.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    giovedì, 25 aprile 1974
    L'ala progressista dell'esercito portoghese marcia su Lisbona e arresta il Primo Ministro Caetano, ponendo fine al lungo regime autoritario fondato da António de Oliveira Salazar (Rivoluzione dei garofani).
  • Politica, cultura e società
    domenica, 12 maggio 1974
    Si svolge il referendum per l'abrogazione della legge sul divorzio. Il no ottiene il 59,3% dei voti, il sì il 40.7%
  • Politica, cultura e società
    lunedì, 20 maggio 1974
    La Corte d'assise d'Appello di Genova concede la libertà provvisoria agli otto detenuti del gruppo XXII Ottobre e il nulla osta per il passaporto, dopo che le Brigate rosse hanno comunicato che Mario Sossi è stato condannato a morte. Sossi sarà rilasciato il successivo 23 maggio, senza che gli otto detenuti siano stati liberati.
  • Politica, cultura e società
    martedì, 28 maggio 1974
    Durante una manifestazione antifascista indetta dai sindacati, sotto i portici di piazza della Loggia a Brescia, esplode una bomba. Il bilancio è di otto morti e un centinaio di feriti. I magistrati seguono la pista dell'eversione di estrema destra, ma la Corte d'assise di Brescia a novembre del 2010 assolve i cinque imputati nel processo per la strage.
  • Politica, cultura e società
    giovedì, 30 maggio 1974
    Al confine fra il Lazio e l'Abruzzo, Giancarlo Esposti uno degli esponenti di Avanguardia nazionale, è ucciso in uno scontro a fuoco con i carabinieri che hanno scoperto un campo paramilitare di estrema destra.
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 10 giugno 1974
    Il Presidente del Consiglio Rumor rassegna le dimissioni a causa dei gravi contrasti sorti all'interno della maggioranza su come contrastare la grave crisi economica del Paese.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 13 giugno 1974
    Il Presidente della Repubblica, Leone, respinge le dimissioni del Governo e invita il Presidente del Consiglio, nell'interesse del Paese, a superare i contrasti interni e ad adottare le misure necessarie per la ripresa.
  • Politica, cultura e società
    lunedì, 17 giugno 1974
    Nella sede del MSI di via Zabarella a Padova, le BR uccidono due attivisti: Giuseppe Mazzola e Graziano Giralucci.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 27 giugno 1974
    Alla Camera si svolge il dibattito sulle comunicazioni del Governo circa le dimissioni presentate e poi respinte e i rapporti fra i partiti di maggioranza. La risoluzione di appoggio al Governo presentata da Piccoli(DC), Mariotti (PSI), Cariglia (PSDI) e Oronzo Reale (PRI) sulla quale è stata posta la questione di fiducia, è approvata con 326 voti favorevoli e 225 contrari.
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 1° luglio 1974
    Al Senato si svolge il dibattito sulle comunicazioni del Governo. La risoluzione di appoggio al Governo presentata da Bartolomei (DC), Zuccalà (PSI), Ariosto (PSDI) e Spadolini (PRI) è approvata con 176 voti favorevoli e 111 contrari.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 4 agosto 1974
    All'uscita da una galleria nei pressi di San Benedetto Val di Sambro, in provincia di Bologna, sul treno espresso Italicus che viaggia da Roma a Monaco, esplode una bomba che provoca dodici morti e quarantotto feriti.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    venerdì, 9 agosto 1974
    Dopo le dimissioni del Presidente degli Stati Uniti Richard Nixon, sottoposto ad impeachment per complicità nello scandalo Watergate, si insedia alla Casa Bianca il vice-presidente Gerald Rudolph Ford, che diventa il 38° Presidente degli Stati Uniti.
  • Parlamento e istituzioni
    sabato, 10 agosto 1974
    La Camera approva il disegno di conversione del decreto-legge 8 luglio 1974, n. 264, recante norme per l'estinzione dei debiti degli enti mutualistici nei confronti degli enti ospedalieri, il finanziamento della spesa ospedaliera e l'avvio della riforma sanitaria (A.C. 3102), che sarà approvato dal Senato il 13 agosto (legge 17 agosto 1974, n. 386).
  • Politica, cultura e società
    domenica, 8 settembre 1974
    I carabinieri del nucleo speciale antiterrorismo, diretto dal generale Carlo Alberto dalla Chiesa arrestano Renato Curcio e Alberto Franceschini, fondatori e leader delle Brigate Rosse.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 3 ottobre 1974
    Il Presidente del Consiglio Rumor rassegna le dimissioni a seguito dei gravi contrasti all'interno della coalizione di maggioranza. Il 10 ottobre il presidente del Senato Giovanni Spagnolli riceve dal Presidente della Repubblica Leone un incarico esplorativo per la formazione del Governo.
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 14 ottobre 1974
    Amintore Fanfani (DC) riceve dal Capo dello Stato Leone l'incarico di formare il nuovo Esecutivo.
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 29 ottobre 1974
    Dopo la rinuncia di Fanfani (DC), il Presidente della Repubblica, Leone, affida l'incarico di formare il nuovo Governo a Moro (DC).
  • Politica, cultura e società
    giovedì, 31 ottobre 1974
    Il generale Vito Miceli, capo del SID fino al 31 luglio, è arrestato per cospirazione contro lo Stato in seguito alle indagini sulle trame della destra eversiva e sul colpo di Stato organizzato da Valerio Junio Borghese.
  • Parlamento e istituzioni
    sabato, 23 novembre 1974
    Moro (DC) scioglie positivamente la riserva e forma un Governo composto da DC e PRI con l'appoggio esterno del PSI e del PSDI (DPR 23 novembre 1974).
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 2 dicembre 1974
    Il Presidente del Consiglio Aldo Moro presenta il Governo alle Camere e ne espone il programma.
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 3 dicembre 1974
    Al Senato si svolge la discussione sulle dichiarazioni del Presidente del Consiglio. La mozione di fiducia presentata da Bartolomei (DC), Zuccalà (PSI), Ariosto (PSDI) e Cifarelli (PRI) è approvata con 190 voti favorevoli e 113 contrari.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 5 dicembre 1974
    Alla Camera si svolge la discussione sulle dichiarazioni del Presidente del Consiglio. La mozione di fiducia presentata da Piccoli(DC), Biasini (PRI), Mariotti (PSI) e Cariglia (PSDI) è approvata con 355 voti favorevoli e 226 contrari.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    domenica, 8 dicembre 1974
    In Grecia si svolge il referendum popolare che sancisce la scelta per la Repubblica. Dopo il fallito tentativo di annessione alla Grecia dell'isola di Cipro, i militari lasciano il potere. La formazione conservatrice di Kostantinos Karamanlis guida il nuovo Governo.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    lunedì, 9 dicembre 1974
    A Parigi, i capi di Stato e di Governo decidono di riunirsi tre volte l'anno nel Consiglio europeo, approvano le elezioni del Parlamento europeo a suffragio universale diretto, concordano l'istituzione del "Fondo europeo di sviluppo regionale" e si impegnano a realizzare l'Unione economica e monetaria.
  • Parlamento e istituzioni
    sabato, 14 dicembre 1974
    Il decreto legge n. 657 convertito in legge con modificazioni, dalla legge 29 gennaio 1975, n. 5 istituisce il Ministero per i beni culturali e per l'ambiente, a cui è preposto Giovanni Spadolini (PRI).



1975
  • Politica, cultura e società
    venerdì, 24 gennaio 1975
    A Empoli, il terrorista di estrema destra Mario Tuti uccide nella sua abitazione due carabinieri che stanno eseguendo un ordine di cattura nei suoi confronti. Un terzo carabiniere rimane ferito, mentre Tuti riesce a fuggire.
  • Politica, cultura e società
    sabato, 25 gennaio 1975
    Confindustria e CGIL-CISL-UIL siglano un accordo che introduce un punto di contingenza uguale per tutte le categorie di lavoratori, pari al valore del punto più alto.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 6 febbraio 1975
    Alla Camera si apre la discussione sul decreto legge 22 gennaio 1975, n. 3 concernente nuove norme in materia di diffusione radiofonica (C3396). Nel corso della seduta viene respinta la questione pregiudiziale di merito presentata da Quilleri (PLI), sulla cui reiezione il Governo ha posto la questione di fiducia.
  • Politica, cultura e società
    martedì, 18 febbraio 1975
    Renato Curcio, uno dei fondatori delle Brigate rosse, evade dal carcere di Casale Monferrato.
  • Politica, cultura e società
    giovedì, 27 febbraio 1975
    A Genova ha inizio il XXXI Congresso del PRI, nella sua relazione Ugo La Malfa giudica il "compromesso storico" delineato dai comunisti italiani un progetto con un “contenuto concreto”, realizzabile in un quadro di evoluzione dei rapporti internazionali.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    venerdì, 28 febbraio 1975
    A Lomé viene firmata una convenzione tra la CEE e 46 Stati dell'Africa, dei Caraibi e del Pacifico.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 6 marzo 1975
    La Camera approva la proposta di legge Attribuzione della maggiore età ai cittadini che hanno compiuto il diciottesimo anno e modificazione di altre norme relative alla capacità di agire e al diritto di elettorato (A.C. 3488), approvato dal Senato il 18 febbraio (legge 8 marzo 1975, n. 39).
  • Politica, cultura e società
    martedì, 18 marzo 1975
    A Roma ha inizio il XIV congresso del PCI. Il segretario, Enrico Berlinguer, precisa e delinea la strategia del “compromesso storico”.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 23 marzo 1975
    Oddo Biasini è eletto nuovo segretario del PRI.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 26 marzo 1975
    La Camera approva la proposta di legge, Piccoli ed altri, Nuove norme in materia di diffusione radiofonica e televisiva (A.C. 3448), che sarà approvata dal Senato l'11 aprile. Il provvedimento istituisce la Commissione bicamerale per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi (legge 14 aprile 1975, n. 103).
  • Politica, cultura e società
    mercoledì, 16 aprile 1975
    Al termine di una manifestazione a Milano lo studente Claudio Varalli è ucciso da un militante di Avanguardia nazionale. Giannino Zibecchi, militante del Coordinamento dei comitati antifascisti, muore il successivo 17 aprile investito da un camion dei carabinieri a Milano, durante una manifestazione di protesta seguita alla morte di Varalli.
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 22 aprile 1975
    La commissione Giustizia della Camera approva le proposte di legge recanti Riforma del diritto di famiglia (A.C. 23-68-76-145-B, approvate dal Senato il 25 febbraio (legge 19 maggio 1975, n. 151).
  • Politica estera ed eventi internazionali
    mercoledì, 30 aprile 1975
    Saigon, capitale del Vietnam del sud, è conquistata dai vietcong. Le forze americane lasciano la città poco prima dell'occupazione del palazzo presidenziale.
  • Politica, cultura e società
    giovedì, 15 maggio 1975
    Massimo De Carolis, democristiano e membro del consiglio comunale di Milano, è ferito alle gambe da un gruppo delle Brigate rosse, che penetra nel suo studio e lo sottopone ad un "processo proletario".
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 21 maggio 1975
    Le commissioni riunite Interni e Giustizia della Camera approvano il disegno di legge Disposizioni a tutela dell'ordine pubblico (A.C.3659-B), approvato dal Senato il 16 maggio (legge 22 maggio 1975, n. 152, “legge Reale”).
  • Politica, cultura e società
    giovedì, 5 giugno 1975
    Nei pressi di Aqui Terme, in provincia di Alessandria, i carabinieri perquisiscono la cascina in cui le Brigate rosse hanno sequestrato l'industriale Vittorio Vallarino Gancia. Nel conflitto a fuoco muore la brigatista Margherita Cagol e qualche giorno dopo il carabiniere Giovanni D'Alfonso.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 15 giugno 1975
    Si svolgono le elezioni amministrative regionali, provinciali e comunali, alle quali partecipano, per la prima volta, i diciottenni. I risultati premiano i partiti di sinistra ed in particolare il PCI, che risulta primo partito a Roma, Milano, Napoli, Torino, Genova e Venezia. In molte regioni e città italiane si formano giunte di sinistra.
  • Politica, cultura e società
    venerdì, 27 giugno 1975
    Mario Tanassi è eletto alla segreteria del PSDI.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    martedì, 1° luglio 1975
    L'Italia assume la presidenza del Consiglio delle Comunità europee.
  • Politica, cultura e società
    sabato, 12 luglio 1975
    Il segretario del PCI Berlinguer incontra a Livorno il segretario del Partito comunista spagnolo Santiago Carrillo. I due leader gettano le basi dell'eurocomunismo.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    martedì, 22 luglio 1975
    I Paesi membri della Comunità europea firmano un trattato che estende i poteri del Parlamento in materia di bilancio e istituisce una Corte dei conti europea. Il trattato entrerà in vigore nel giugno 1977. 
  • Politica, cultura e società
    sabato, 26 luglio 1975
    Il Consiglio nazionale della DC elegge segretario del partito Benigno Zaccagnini. L'elezione è frutto di un compromesso tra la corrente di Fanfani e quella di Moro.
  • Politica, cultura e società
    martedì, 29 luglio 1975
    Giuseppe Saragat è eletto presidente del PSDI.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    venerdì, 1° agosto 1975
    Si conclude a Helsinki la Conferenza per la sicurezza e la cooperazione in Europa (CSCE) con un Atto finale, che apre ad una più stretta collaborazione fra gli Stati europei e il riconoscimento di diritti comuni tra i Paesi e i popoli partecipanti.
  • Politica, cultura e società
    martedì, 19 agosto 1975
    Paolo Baffi è nominato governatore della Banca d'Italia, a seguito delle dimissioni di Guido Carli.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    giovedì, 18 settembre 1975
    Otto pescherecci siciliani vengono sequestrati e tradotti in porti tunisini. Si acuisce il contrasto italo-tunisino sui diritti di pesca e sulla delimitazione del mare territoriale.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 1° ottobre 1975
    Il Ministro degli esteri Rumor annuncia, nella seduta pomeridiana alla Camera, l'accordo raggiunto con la Jugoslavia sul Territorio Libero di Trieste. Nella seduta del 3 ottobre la Camera approva la risoluzione Piccoli ed altri che esprime il sostegno al Governo sull'accordo.
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 13 ottobre 1975
    Il Presidente della Camera Sandro Pertini si dimette a seguito di rilievi critici alla gestione amministrativa della Camera. I capigruppo confermano la fiducia al Presidente, che il giorno successivo ritira le dimissioni.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 15 ottobre 1975
    Il Capo dello Stato Giovanni Leone invia alle Camere un messaggio sulle difficoltà attraversate dal Paese.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 30 ottobre 1975
    Il Presidente della Repubblica Giovanni Leone rinvia alle Camere per una nuova deliberazione il disegno di legge (Doc. I, n. 2): Riforma della composizione e del sistema elettorale per il Consiglio superiore della magistratura (A.C. n. 3673).
  • Politica, cultura e società
    domenica, 2 novembre 1975
    Nella notte lo scrittore Pier Paolo Pasolini viene assassinato nel quartiere romano di Ostia.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    lunedì, 10 novembre 1975
    A Osimo, in provincia di Ancona, Italia e Iugoslavia siglano gli accordi che definiscono le frontiere tra i due paesi: la zona B dell'ex territorio libero di Trieste è assegnata alla Iugoslavia.
  • Politica, cultura e società
    lunedì, 17 novembre 1975
    I segretari dei partiti comunisti italiano e francese, Enrico Berlinguer e Georges Marchais, sottoscrivono un documento sui principi-guida dell'impostazione politica dei loro partiti.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    giovedì, 20 novembre 1975
    Muore il dittatore spagnolo Francisco Franco. Sale al trono di Spagna re Juan Carlos I di Borbone. La Spagna inizia la transizione verso un regime democratico.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 26 novembre 1975
    Le commissioni riunite Giustizia e Igiene e sanità pubblica della Camera approvano la proposta di legge Disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope. Prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza (A.C.4042), che sarà approvata dalle commissioni riunite Giustizia e Igiene e sanità del Senato il 17 dicembre (legge 22 dicembre 1975, n. 685).
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 3 dicembre 1975
    La Camera approva la proposta di legge che istituisce la Commissione parlamentare d'inchiesta sulle strutture, sulle condizioni e sui livelli dei trattamenti retributivi e normativi ( A.C. n. 4076 ), approvata dal Senato l'11 dicembre ( l. 11 dicembre 1975 n. 625). I lavori della Commissione si svolgeranno nel corso della sesta e settima legislatura grazie a varie leggi di proroga e la relazione conclusiva sarà presentata il 16 novembre 1977 (Doc XXIII n. 5).
  • Politica estera ed eventi internazionali
    mercoledì, 10 dicembre 1975
    Eugenio Montale riceve il premio Nobel per la letteratura. Renato Dulbecco è insignito del premio Nobel per la medicina insieme a David Baltimore e Howard Temin.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 18 dicembre 1975
    Paolo Rossi è eletto presidente della Corte costituzionale.
  • Politica, cultura e società
    mercoledì, 31 dicembre 1975
    Francesco De Martino, segretario del Partito socialista, in un articolo su L'Avanti, annuncia l'uscita dei socialisti dal Governo.



1976
  • Politica estera ed eventi internazionali
    mercoledì, 7 gennaio 1976
  • Politica estera ed eventi internazionali
    martedì, 13 gennaio 1976
  • Politica estera ed eventi internazionali
    mercoledì, 14 gennaio 1976
  • Politica estera ed eventi internazionali
    martedì, 20 gennaio 1976
  • Politica estera ed eventi internazionali
    domenica, 1° febbraio 1976
  • Politica estera ed eventi internazionali
    giovedì, 12 febbraio 1976
  • Politica estera ed eventi internazionali
    giovedì, 19 febbraio 1976
  • Politica estera ed eventi internazionali
    venerdì, 20 febbraio 1976
  • Politica estera ed eventi internazionali
    lunedì, 23 febbraio 1976
  • Politica estera ed eventi internazionali
    venerdì, 27 febbraio 1976
  • Politica estera ed eventi internazionali
    giovedì, 18 marzo 1976
  • Politica estera ed eventi internazionali
    venerdì, 2 aprile 1976
  • Politica estera ed eventi internazionali
    mercoledì, 28 aprile 1976
  • Politica estera ed eventi internazionali
    giovedì, 29 aprile 1976
  • Politica estera ed eventi internazionali
    venerdì, 30 aprile 1976
  • Parlamento e istituzioni
    sabato, 1° maggio 1976
    Il Presidente della Repubblica decreta lo scioglimento anticipato delle Camere e indice nuove elezioni per il 20 e 21 giugno (DPR 1°maggio 1976, n. 163)
  • Politica, cultura e società
    mercoledì, 5 maggio 1976
    Edgardo Sogno e Luigi Cavallo sono accusati di avere organizzato un golpe per favorire la nascita di una repubblica presidenziale. Il giudice istruttore Luciano Violante emette mandato di arresto. 
  • Politica, cultura e società
    giovedì, 6 maggio 1976
    Un forte terremoto colpisce il Friuli ed in particolare i comuni di Gemona, Tarcento e San Daniele. Circa mille persone perdono la vita. I danni risulteranno amplificati da altre due scosse nel successivo mese di settembre.
  • Politica, cultura e società
    venerdì, 21 maggio 1976
    Lucio Magri è eletto alla segreteria nazionale del PDUP.
  • Politica, cultura e società
    venerdì, 28 maggio 1976
    A Sezze Romano (LT), dopo il comizio del deputato missino Antonio Saccucci, il diciannovenne Luigi Di Rosa viene gravemente ferito da colpi d'arma da fuoco provenienti da una delle auto del seguito del deputato. Il giovane muore qualche ora dopo. L'8 giugno 1976 la Camera dei deputati concede l'autorizzazione a procedere e all'arresto contro Saccucci per i reati di porto d'arma in luogo di riunione pubblica, omicidio e tentato omicidio continuato (Doc. IV n. 289).
  • Politica, cultura e società
    martedì, 8 giugno 1976
    Il procuratore generale della Repubblica Francesco Coco è ucciso a Genova con la sua scorta in un agguato delle Brigate rosse.
  • Politica, cultura e società
    giovedì, 10 giugno 1976
    Il costo del denaro raggiunge valori altissimi, l'Associazione bancaria italiana porta il prime rate al 19,5 %.
  • Politica, cultura e società
    martedì, 15 giugno 1976
    In un'intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica, Enrico Berlinguer dichiara che il PCI non si batterà per l'uscita dell'Italia dalla Nato, nel cui ambito il PCI potrà costruire una nuova forma di socialismo libero e democratico.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 20 giugno 1976
    Si svolgono in Italia le elezioni politiche. Si recano alle urne 32.621.581 di cittadini (affluenza del 93,5%).



I fatti, i documenti e i materiali più significativi relativi alla Camera e al Parlamento, inquadrati nel contesto più ampio della storia italiana e dei principali eventi internazionali, accessibili attraverso una guida temporale multimediale.
Sulla linea temporale, che rappresenta le legislature succedute nei diversi periodi dal Regno alla Repubblica, selezionare una legislatura per accedere ai calendari di fatti ed eventi, articolati in tre aree informative: Parlamento e istituzioni, Politica, cultura e società, Politica estera ed eventi internazionali.

Cronologia

VI Legislatura della Repubblica italiana (dal 25 maggio 1972 al 4 luglio 1976)