Vai al sito parlamento.it Vai al sito camera.it

Portale storico della Camera dei deputati

X Legislatura della Repubblica italiana

dal 2 luglio 1987 al 22 aprile 1992
Tipo di elezioni: Proporzionale (1946-1993) Presidenze Camera: Leonilde Iotti

scheda della legislatura
1987
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 2 luglio 1987
    Nella seduta inaugurale della X legislatura Nilde Iotti (PCI) è eletta al primo scrutinio, con 451 voti su 622 votanti, Presidente della Camera dei deputati. Giovanni Spadolini (PRI) è eletto al primo scrutinio, con 249 voti, Presidente del Senato.
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 13 luglio 1987
    Il Presidente della Repubblica conferisce a Giovanni Goria (DC) l'incarico di formare il nuovo Governo.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 16 luglio 1987
    La Camera approva con 355 voti favorevoli e 62 contrari la proposta di modificazione dell'articolo 5, comma 5 del proprio Regolamento.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 23 luglio 1987
    La Camera, con una serie di votazioni, approva modificazioni e aggiunte al proprio Regolamento (articolo 19, comma 4, articolo 22, commi 1 e 1-bis, articolo 73, comma 1-bis, articolo 75, articolo 92, comma 6, articolo 93, commi 2, 3 e 3-bis, articolo 94, comma 3 e articolo 96, commi 2 e 4).
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 29 luglio 1987
    Goria scioglie positivamente la riserva e forma il suo primo Ministero, un pentapartito DC, PSI, PSDI, PRI e PLI.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 30 luglio 1987
    Il Presidente del Consiglio presenta il Governo alle Camere e ne illustra le linee programmatiche.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 31 luglio 1987
    Al Senato si svolge la discussione sulle comunicazioni del Governo. La mozione di fiducia, presentata da Mancino (DC), Fabbri (PSI), Gualtieri (PRI), Cariglia (PSDI) e Malagodi (PLI), è approvata con 183 voti favorevoli e 123 contrari.
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 3 agosto 1987
    Alla Camera si svolge la discussione sulle comunicazioni del Governo. La mozione di fiducia presentata da Martinazzoli (DC), De Michelis (PSI), Del Pennino (PRI), Caria (PSDI) e Battistuzzi (PLI) è approvata con 371 voti favorevoli e 237 contrari.
  • Parlamento e istituzioni
    sabato, 12 settembre 1987
    Alla Camera si svolge la discussione sulle comunicazioni del Governo sulla situazione nel Golfo Persico. La mozione presentata da Martinazzoli (DC), De Michelis (PSI), Del Pennino (PRI), Caria (PSDI) e Battistuzzi (PLI), sulla cui approvazione il Governo ha posto la questione di fiducia, è approvata con 342 voti favorevoli e 229 contrari.
  • Politica, cultura e società
    sabato, 12 settembre 1987
    Il Consiglio nazionale del PRI elegge segretario del Partito Giorgio La Malfa, che succede a Giovanni Spadolini.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 14 ottobre 1987
    La Camera approva, con 347 voti favorevoli e 37 contrari, la proposta di legge Disciplina dell'attività di Governo e ordinamento della Presidenza del Consigli o dei ministri (A.C. 38), che sarà approvata in via definitiva dal Senato il 28 luglio 1988 (legge 23 agosto 1988, n. 400).
  • Politica estera ed eventi internazionali
    domenica, 1° novembre 1987
    Il XIII Congresso del Partito comunista cinese consacra la linea riformista di Deng Xiaoping.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 8 novembre 1987
    Si svolgono cinque referendum per l'abrogazione delle norme che escludono la responsabilità civile dei giudici, della commissione parlamentare inquirente per i procedimenti penali contro il Capo dello Stato e i ministri, delle norme che delegano al CIPE la localizzazione delle centrali nucleari, delle norme che dispongono contributi finanziari agli enti locali che accettano centrali nucleari sul loro territorio, delle norme che autorizzano l'ENEL a progetti nucleari all'estero. Il dato di affluenza si aggira intorno al 65 % degli evnti diritto e il corpo elettorale si pronuncia per l'abrogazione delle norme in vigore.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 25 novembre 1987
    Alla Camera si svolge la discussione sulle comunicazioni del Governo. La risoluzione presentata da Martinazzoli (DC), De Michelis (PSI), Battistuzzi (PLI), Del Pennino (PRI) e Caria (PSDI), su cui il Governo ha posto la questione di fiducia, è approvata con 368 voti favorevoli e 233 contrari.
  • Politica, cultura e società
    lunedì, 14 dicembre 1987
    Si apre a Sorrento il XV Congresso del MSI-DN nel corso del quale avviene l'avvicendamento alla segreteria tra il leader storico del partito Giorgio Almirante e Gianfranco Fini. Alla presidenza del Partito è eletto Giorgio Almirante.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 18 dicembre 1987
    Alla Camera si svolge la discussione sulle comunicazioni del Governo concernenti le centrali nucleari. La risoluzione presentata da Martinazzoli (DC), De Michelis (PSI), Del Pennino (PRI), Caria (PSDI) e Battistuzzi (PLI), sulla quale il Governo ha posto la questione di fiducia, è approvata con 350 favorevoli e 203 contrari.
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 28 dicembre 1987
    Il Presidente della Repubblica Cossiga rinvia alle Camere per una nuova deliberazione il disegno di legge: Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 ottobre 1987, n. 442, recante fiscalizzazione degli oneri sociali, proroga degli sgravi contributivi nel Mezzogiorno, interventi per settori in crisi e norme in materia di organizzazione dell'INPS (A.C. 4485).



1988
  • Politica, cultura e società
    mercoledì, 6 gennaio 1988
    Il XXXIII Congresso del Partito radicale elegge segretario del Partito Sergio Stanzani e presidente Bruno Zevi.
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 25 gennaio 1988
    Alla Camera si discute la legge finanziaria per il 1988 (A.C. 2043). L'Assemblea approva il subemendamento 0. Tab. B. 280.1 del Governo e, con 349 voti favorevoli e 210 contrari, l'emendamento Rutelli Tab . B. 280, sui quali il Governo aveva posto la questione di fiducia.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 29 gennaio 1988
    Alla Camera continua la discussione sulla legge finanziaria per il 1988. L'Assemblea approva numerosi emendamenti ed articoli aggiuntivi su cui il Governo aveva posto la questione di fiducia.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 5 febbraio 1988
    La Camera approva, con 350 voti favorevoli e 208 contrari, l'articolo 35 della legge finanziaria per il 1988 su cui il Governo aveva posto la questione di fiducia.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 10 febbraio 1988
    Il Presidente del Consiglio Goria si dimette poiché il Governo è stato messo in minoranza varie volte durante la discussione e l'approvazione della legge finanziaria.
  • Parlamento e istituzioni
    sabato, 13 febbraio 1988
    Il Presidente della Repubblica rinvia alle Camere il Governo dimissionario per un voto di fiducia.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 17 febbraio 1988
    Alla Camera si svolge la discussione sulle comunicazioni del Governo. La risoluzione presentata da Martinazzoli (DC), De Michelis (PSI), Caria (PSDI), Battistuzzi (PLI) e Del Pennino (PRI), su cui il Governo ha posto la questione di fiducia, è approvata con 364 voti favorevoli e 208 contrari.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 19 febbraio 1988
    Al Senato si svolge la discussione sulle comunicazioni del Governo. La risoluzione presentata da Mancino (DC), Fabbri (PSI), Gualtieri (PRI), Cariglia (PSDI) e Malagodi (PLI), su cui il Governo ha posto la questione di fiducia, è approvata con 170 voti favorevoli e 91 contrari.
  • Politica, cultura e società
    mercoledì, 9 marzo 1988
    Il Comitato centrale del PSDI elegge segretario del Partito Antonio Cariglia, in luogo del dimissionario Franco Nicolazzi.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 11 marzo 1988
    In seguito a contrasti con il PSI per quanto riguarda la politica nucleare, il Presidente del Consiglio, Giovanni Goria, rassegna le dimissioni.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 16 marzo 1988
    Il Presidente della Repubblica conferisce a Ciriaco De Mita (DC) l'incarico di formare il nuovo Governo.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 13 aprile 1988
    De Mita scioglie positivamente la riserva e forma un nuovo Ministero pentapartito DC, PSI, PSDI, PRI e PLI.
  • Politica, cultura e società
    sabato, 16 aprile 1988
    Viene ucciso dalle Brigate Rosse a Forlì il professor Roberto Ruffilli, senatore della DC e suo esperto per le questioni istituzionali.
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 19 aprile 1988
    Il Presidente del Consiglio De Mita presenta il Governo alle Camere e ne illustra le linee programmatiche.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 21 aprile 1988
    Alla Camera si svolge la discussione sulle comunicazioni del Governo. La mozione di fiducia, presentata da Martinazzoli (DC), Cardetti (PSI), Del Pennino (PRI), Caria (PSDI) e Battistuzzi (PLI), è approvata con 366 voti favorevoli e 215 contrari.
  • Parlamento e istituzioni
    sabato, 23 aprile 1988
    Al Senato si svolge la discussione sulle comunicazioni del Governo. La mozione di fiducia, presentata da Mancino (DC), Fabbri (PSI), Gualtieri (PRI), Pagani (PSDI) e Malagodi (PLI), è approvata con 177 voti favorevoli e 106 contrari.
  • Politica, cultura e società
    mercoledì, 18 maggio 1988
    Il VI Congresso di Democrazia proletaria conferma segretario generale Giovanni Russo Spena.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 29 maggio 1988
    Si svolgono le elezioni amministrative che registrano un successo di DC e PSI, la tenuta dei Partiti laici e una flessione di PCI e MSI-DN.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 1° giugno 1988
    La Camera delibera l'istituzione di una Commissione parlamentare d'inchiesta sulla condizione giovanile, che presenterà la relazione conclusiva il 29 marzo 1991 (Doc XXII-bis, n.2).
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 2 giugno 1988
    Il Parlamento in seduta comune elegge al quarto scrutinio Vincenzo Palumbo membro del Consiglio superiore della magistratura.
  • Politica, cultura e società
    venerdì, 10 giugno 1988
    Muore l'ex Presidente della Repubblica Giuseppe Saragat.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 16 giugno 1988
    La Camera approva, con 318 voti favorevoli e 198 contrari, l'articolo unico del disegno di legge di conversione del decreto-legge 3 maggio 1988, n. 140, recante misure urgenti per il personale della scuola, su cui il Governo aveva posto la questione di fiducia.
  • Politica, cultura e società
    martedì, 21 giugno 1988
    Viene eletto segretario del PCI Achille Occhetto, che succede ad Alessandro Natta.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 26 giugno 1988
    Le elezioni amministrative in Friuli Venezia-Giulia e in Valle d'Aosta registrano un nuovo successo di DC e PSI e una flessione del PCI.
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 4 luglio 1988
    Il Presidente della Repubblica Cossiga rinvia alle Camere per una nuova deliberazione la proposta di legge: Modifica del decreto-legge 16 giugno 1978, n. 282, convertito dalla legge 1° agosto 1978, n. 426, recante modalità di applicazione dei regolamenti comunitari istitutivi del prelievo di corresponsabilità sulla produzione del latte bovino (A.C. 1436).
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 13 luglio 1988
    Vengono nominati i deputati componenti la Commissione bicamerale d'inchiesta sul terrorismo in Italia e sulle cause della mancata individuazione dei responsabili delle stragi; il presidente viene individuato nel senatore Libero Gualtieri (PRI). Inoltre, vengono nominati i deputati componenti la Commissione bicamerale d'inchiesta sul fenomeno della mafia e sulle altre associazioni criminali similari; presidente è il senatore Gerardo Chiaromonte (PCI).
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 22 luglio 1988
    La Camera approva, con 304 voti favorevoli e 177 contrari, l'articolo 1 del disegno di conversione del decreto-legge 30 maggio 1988, n. 173, recante Misure urgenti in materia di finanza pubblica per l'anno 1988, su cui il Governo aveva posto la questione di fiducia.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 29 luglio 1988
    La Camera approva, con 362 voti favorevoli e 35 contrari, la proposta di legge Nuove norme in materia di bilancio e di contabilità dello Stato (A.C. 1154-B), che sarà poi approvato in via definitiva dal Senato il 3 agosto (legge 23 agosto 1988, n. 362).
  • Politica, cultura e società
    venerdì, 5 agosto 1988
    Domenico Sica viene nominato Alto commissario per la lotta alla mafia e dotato di maggiori poteri.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 13 ottobre 1988
    La Camera approva con 323 voti favorevoli e 58 contrari la proposta di modificazione dell'articolo 49, commi 1, 1-bis, 1-ter, 1-quater, 1-quinquies e 1-sexies del proprio Regolamento.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    lunedì, 24 ottobre 1988
    Il Consiglio adotta una decisione che istituisce il tribunale di primo grado delle Comunità europee. 
  • Politica estera ed eventi internazionali
    venerdì, 18 novembre 1988
    Il repubblicano George Bush è eletto Presidente degli Stati Uniti d'America, dopo aver sconfitto il candidato democratico Michael Dukakis.
  • Politica, cultura e società
    martedì, 29 novembre 1988
    Bruno Trentin succede ad Antonio Pizzinato nella segreteria della CGIL.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    venerdì, 2 dicembre 1988
    Il Consiglio europeo di Rodi fa il punto sui progressi compiuti verso la realizzazione del grande mercato del 1992, sottolineando l'importanza del lavoro sulla protezione ambientale e del rafforzamento della capacità audiovisiva europea.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    mercoledì, 21 dicembre 1988
    Un jumbo della Pan American, in volo da Francoforte a New York, esplode in volo nel cielo della Scozia schiantandosi sul villaggio di Lockerbie. Il disastro, che provoca 270 morti, risulta essere conseguenza di un attentato. Due uomini, accusati di appartenere ai servizi segreti libici, sono catturati e individuati come responsabili dell'attentato.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    venerdì, 23 dicembre 1988
    Il leader dell'Organizzazione per la liberazione della Palestina, Yasser Arafat giunge in visita ufficiale in Italia. E' ricevuto dal Presidente del Consiglio De Mita e dal Ministro degli esteri Andreotti.



1989
  • Politica estera ed eventi internazionali
    giovedì, 5 gennaio 1989
    Entra in carica la nuova Commissione delle comunità europee, sempre presieduta da Jacques Delors, di cui fanno parte gli italiani Filippo Maria Pandolfi e Carlo Ripa di Meana.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 26 gennaio 1989
    Il Parlamento in seduta comune elegge al sesto scrutinio Luigi Dino Felisetti membro del Consiglio superiore della magistratura.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 8 febbraio 1989
    La Camera approva, con 344 voti favorevoli e 197 contrari, l'articolo unico del disegno di conversione del decreto-legge 10 dicembre 1988, n. 522, recante disposizioni in materia di politica energetica, su cui il Governo aveva posto la questione di fiducia.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    martedì, 14 febbraio 1989
    L'ayatollah Khomeini condanna a morte lo scrittore anglo-indiano Salman Rushdie autore di un libro, The satanic verses, giudicato blasfemo e offensivo per l'islam. La pronuncia della fatwa provoca una crisi nei rapporti diplomatici con i Paesi occidentali.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    mercoledì, 15 febbraio 1989
    Viene completato il ritiro delle truppe sovietiche in Afghanistan.
  • Politica, cultura e società
    mercoledì, 15 febbraio 1989
    La minoranza che fa capo a Pierluigi Romita e a Pietro Longo lascia il PSDI e dà vita al Movimento per l'unità e la democrazia socialista (UDS), con lo scopo dichiarato di arrivare all'unificazione col PSI.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 15 febbraio 1989
    La Camera, con 379 voti favorevoli, 2 astenuti e nessun contrario, approva il disegno di legge Norme generali sulla partecipazione dell'Italia al processo normativo comunitario e sulle procedure di esecuzione degli obblighi comunitari (A.C. 3359), che il Senato approverà in via definitiva il 1° marzo 1989 (legge 9 marzo 1989, n. 86) (Legge La Pergola).
  • Politica, cultura e società
    mercoledì, 22 febbraio 1989
    A Roma, il XVIII Congresso della DC elegge segretario del partito Arnaldo Forlani, che succede a Ciriaco De Mita. Quest'ultimo viene eletto presidente del Consiglio nazionale in sostituzione dello stesso Forlani.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 12 marzo 1989
    Il XXII Congresso del PSDI conferma Antonio Cariglia segretario politico.
  • Politica, cultura e società
    martedì, 21 marzo 1989
    A Roma, il XVIII Congresso del PCI sancisce il superamento del centralismo democratico e stabilisce l'elezione a scrutinio segreto del segretario e di tutti gli organismi dirigenti, salvo il Comitato centrale. Achille Occhetto è confermato segretario.
  • Politica, cultura e società
    mercoledì, 26 aprile 1989
    Il XXXV Congresso “transnazionale” del Partito radicale conferma segretario Sergio Stanzani.
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 9 maggio 1989
    La Camera respinge, con 219 voti favorevoli e 329 contrari, la mozione Occhetto (PDS) ed altri (n. 1-00277) di sfiducia al Governo.
  • Politica, cultura e società
    sabato, 13 maggio 1989
    A Milano, il XLV Congresso del PSI conferma per la sesta volta consecutiva Bettino Craxi segretario del Partito. Craxi chiede le dimissioni del Governo.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 19 maggio 1989
    Il Presidente del Consiglio Ciriaco De Mita rassegna le dimissioni del Governo.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 28 maggio 1989
    Si svolgono le elezioni amministrative che registrano un rafforzamento della DC e del PSI.
  • Politica, cultura e società
    venerdì, 2 giugno 1989
    Dopo il XXXVII congresso del PRI a Rimini, il nuovo Consiglio nazionale conferma segretario politico Giorgio La Malfa.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    domenica, 4 giugno 1989
    Nella notte, unità dei corpi speciali dell'esercito cinese irrompono nella piazza Tienanmen occupata da settimane da migliaia di studenti e operai che protestano contro il regime. Le vittime sono 7 mila.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 11 giugno 1989
    Si svolgono le elezioni per il rinnovo del Consiglio regionale della Sardegna, che registrano un rafforzamento della DC e del PSI e un arretramento del PCI e del Partito sardo d'azione.
  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 18 giugno 1989
    Si svolgono le elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo. Il dato di affluenza è pari all'81,66% degli aventi diritto. Le elezioni degli 81 deputati italiani al Parlamento europeo danno i seguenti risultati: DC, 26 seggi; PCI, 22 seggi; PSI, 12 seggi; MSI-DN, 4 seggi; PRI-PLI, 4 seggi; PSDI, 2 seggi; Lega lombarda 2 seggi: altri, 9 seggi.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 28 giugno 1989
    La Camera approva con 377 voti favorevoli e nessuno contrario la proposta di modificazione degli articoli 119, 120, 121 e 123 del proprio Regolamento, e di aggiunta degli articoli 118-bis e 123-bis.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 5 luglio 1989
    Il Parlamento in seduta comune elegge al terzo scrutinio Giorgio Lombardi, Franco Coccia, Mario Patrono, Giuseppe Ruggiero, Alessandro Reggiani, Gaetano Silvestri, Alessandro Pizzorusso e Pio Marconi membri del Consiglio superiore della magistratura.
  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 9 luglio 1989
    Il Presidente della Repubblica Cossiga conferisce a Giulio Andreotti (DC) l'incarico di formare il nuovo Governo dopo la rinuncia di De Mita.
  • Politica, cultura e società
    mercoledì, 19 luglio 1989
    Comunisti e Sinistra indipendente danno vita ad un “Governo ombra”, presieduto dal segretario del PCI Achille Occhetto, che si propone di elaborare programmi alternativi e stimolare l'azione dell'Esecutivo.
  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 23 luglio 1989
    Andreotti scioglie positivamente la riserva e forma il suo sesto ministero, un pentapartito DC, PSI, PSDI, PRI e PLI.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    martedì, 25 luglio 1989
    Il socialista spagnolo Enrique Baron Crespo è eletto Presidente del Parlamento europeo.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 26 luglio 1989
    Il Presidente del Consiglio presenta il Governo alle Camere e ne illustra le linee programmatiche. Al Senato si svolge la discussione sulle comunicazioni del Governo. La mozione di fiducia, presentata da Mancino (DC), Fabbri (PSI), Gualtieri (PRI), Bono Parrino (PSDI) e Malagodi (PLI), è approvata con 187 voti favorevoli e 117 contrari.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 28 luglio 1989
    Il Presidente della Repubblica Cossiga rinvia alle Camere per una nuova deliberazione il disegno di legge: Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 29 maggio 1989, n. 196, recante disposizioni urgenti in materia di evasione contributiva, di fiscalizzazione degli oneri sociali, di sgravi contributivi nel Mezzogiorno e di finanziamento dei patronati (A.C. 3937-B).
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 28 luglio 1989
    Alla Camera si svolge la discussione sulle comunicazioni del Governo. La mozione di fiducia, presentata da Zaniboni (DC), Capria (PSI), Del Pennino (PRI), Caria (PSDI) e Battistuzzi (PLI), è approvata con 371 voti favorevoli e 200 contrari.
  • Politica, cultura e società
    martedì, 5 settembre 1989
    Bruno Zevi cede la presidenza del Partito Radicale a Emma Bonino che, assieme a Marco Pannella, Sergio Stanzani e Paolo Vigevano, gestirà la “corsa radicale verso l'abbandono della forma partito”.
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 19 settembre 1989
    Vengono nominati i deputati componenti la Commissione bicamerale d'inchiesta sull'attuazione degli interventi per la ricostruzione e lo sviluppo dei territori della Basilicata e della Campania colpiti dai terremoti del novembre 1980 e febbraio 1981. Presidente è l'onorevole Oscar Luigi Scalfaro (DC).
  • Politica estera ed eventi internazionali
    mercoledì, 27 settembre 1989
    Respingendo i pressanti appelli degli organi federali jugoslavi, la Slovenia si dà una Costituzione con la quale sancisce il proprio diritto alla secessione.
  • Politica, cultura e società
    martedì, 24 ottobre 1989
    Entra in vigore il nuovo codice di procedura penale, che disciplina il processo secondo il rito accusatorio.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    mercoledì, 25 ottobre 1989
    Tensione diplomatica con la Libia, che cerca di riaprire il contenzioso sui danni di guerra.
  • Politica, cultura e società
    venerdì, 3 novembre 1989
    Franco Nobili sostituisce Romano Prodi alla presidenza dell'IRI, e Gabriele Cagliari prende il posto di Franco Reviglio in quella dell'ENI.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    giovedì, 9 novembre 1989
    Le autorità della Repubblica Democratica Tedesca decretano l'apertura del muro che, dall'agosto 1961, divide in due Berlino.
  • Politica, cultura e società
    venerdì, 24 novembre 1989
    Dopo accese discussioni sull'opportunità che, dato il fallimento dei regimi comunisti, il partito cambi nome, il Comitato centrale del PCI approva la proposta di Achille Occhetto di dare vita alla fase costituente di una nuova formazione politica.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    venerdì, 8 dicembre 1989
    Il segretario generale dell'ONU Peres de Cuéllar nomina il segretario del PSI, Bettino Craxi, suo “rappresentante personale” per i problemi dell'indebitamento del Terzo Mondo.



1990
  • Politica estera ed eventi internazionali
    sabato, 6 gennaio 1990
    La Commissione Cee accoglie la richiesta italiana di ridurre dal 6 al 2,5 per cento la fascia di oscillazione della lira nel sistema monetario europeo.
  • Politica, cultura e società
    giovedì, 11 gennaio 1990
    Si apre a Rimini il XVI congresso del MSI. Alla segreteria del partito si candidano il segretario uscente Gianfranco Fini e Pino Rauti, che risulterà eletto.
  • Politica, cultura e società
    lunedì, 15 gennaio 1990
    Si estende a tutto il paese il movimento di protesta studentesca contro la proposta di riforma dell'università del Ministro Ruberti. Il movimento che prende il nome di “pantera” occupa l'ateneo La Sapienza di Roma
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 22 gennaio 1990
    Muore il senatore della DC Mariano Rumor, già Presidente del Consiglio dei ministri.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 25 gennaio 1990
    La Camera approva l'articolo 4 del disegno di legge: “Ordinamento delle autonomie locali” (A.C. 2924), sul quale il Governo ha posto la questione di fiducia.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 26 gennaio 1990
    La Camera approva l'articolo 24 del disegno di legge: “Ordinamento delle autonomie locali” (A.C. 2924), sul quale il Governo ha posto la questione di fiducia.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 2 febbraio 1990
    La Camera approva l'articolo 27 del disegno di legge: “Ordinamento delle autonomie locali” (A.C. 2924), sul quale il Governo ha posto la questione di fiducia.
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 6 febbraio 1990
    Si dimette il Ministro del turismo e dello spettacolo Franco Carraro e al suo posto subentra Carlo Tognoli.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    domenica, 11 febbraio 1990
    In Sud Africa Nelson Mandela, leader del movimento anti-apartheid viene scarcerato.
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 13 febbraio 1990
    La Camera approva, con 242 voti a favore e 2 contrari, il disegno di legge recante l'istituzione del patrocinio a spese dello Stato per i non abbienti (A.C. 3048), approvato in via definitiva dal Senato il 12 luglio (L. 30 luglio 1990, n. 217).
  • Politica, cultura e società
    lunedì, 19 febbraio 1990
    Nonostante l'appello del segretario Forlani all'unità del partito, la sinistra DC assume il ruolo di minoranza interna. De Mita si dimette dalla carica di presidente del Consiglio Nazionale.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 22 febbraio 1990
    La Camera approva, con 326 voti favorevoli e 28 contrari, il disegno di legge di conversione del decreto-legge Conversione in legge del decreto-legge 30 dicembre 1989, n. 416, recante norme urgenti in materia di asilo politico, di ingresso e soggiorno dei cittadini extracomunitari e di regolarizzazione dei cittadini extracomunitari ed apolidi già presenti nel territorio dello Stato. Disposizioni in materia di asilo (A.C. 4469), che sarà approvato in via definitiva dal Senato il 28 febbraio 1990 (legge 28 febbraio 1990, n. 39).
  • Politica, cultura e società
    sabato, 24 febbraio 1990
    Muore l'ex Presidente della Repubblica Sandro Pertini.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 28 febbraio 1990
    La Camera approva la proposta di modificazione dell'articolo 16 del Regolamento della Camera (procedura di modifica del Regolamento della Camera articolo 16, 3-bis, 3-ter, 4 e 4-bis).
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 28 febbraio 1990
    Le Camere riunite ricordano la figura del Presidente Sandro Pertini alla presenza del Presidente della Repubblica Francesco Cossiga con discorsi del Presidente del Consiglio Giulio Andreotti, del Presidente della Camera Nilde Iotti e del Presidente del Senato Giovanni Spadolini.
  • Politica, cultura e società
    mercoledì, 7 marzo 1990
    A Bologna si apre il XIX Congresso del PCI, che approva la mozione proposta da Achille Occhetto per l'apertura di una fase costituente di un nuovo soggetto politico progressista e riformatore. Achille Occhetto è riconfermato nella carica di segretario del partito.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    giovedì, 15 marzo 1990
    Dopo aver approvato, nella seduta del 13 marzo, gli emendamenti costituzionali che sanciscono il nuovo assetto istituzionale dell'Unione Sovietica, il Congresso dei deputati del popolo elegge Mikhail Gorbaciov Presidente dell' Unione Sovietica.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    domenica, 18 marzo 1990
    Si svolgono le prime elezioni pluripartitiche nella Repubblica Democratica Tedesca. La coalizione vincente si schiera immediatamente per l'unificazione delle due Germanie.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 21 marzo 1990
    La I Commissione della Camera (Affari costituzionali) approva in sede legislativa il disegno di legge recante Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi (A.C. 1913), che sarà approvato in via definitiva dalla Commissione Affari costituzionali del Senato il 31 luglio (L. 7 agosto 1990, n. 241).
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 28 marzo 1990
    La Camera approva la proposta di modificazione degli articoli 23, 24 e 44 e di aggiunta degli articoli 25-bis e 154 del Regolamento (uso del tempo ai fini della predisposizione ed attuazione dei programmi e dei calendari dei lavori).
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 29 marzo 1990
    La Camera approva, con 224 voti a favore e 152 contrari, il disegno di legge recante modifica alle norme sul sistema elettorale e sul funzionamento del Consiglio superiore della magistratura (A.C. 412), che sarà approvato in via definitiva dal Senato il 10 aprile (legge 12 aprile 1990, n. 74).
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 11 aprile 1990
    La Commissione lavoro della Camera approva in sede legislativa la proposta di legge recante la disciplina dei licenziamenti individuali (A.C. 2324), che sarà approvato in via definitiva dalla Commissione lavoro del Senato il 10 maggio (L. 11 maggio 1990, n. 108)
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 11 maggio 1990
    La Camera approva il disegno di legge Aggiornamento, modifiche ed integrazioni della legge 22 dicembre 1975, n. 685, recante disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope. Prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza  (AC 4414), che sarà approvato dal Senato il 13 giugno(legge 26 giugno 1990, n. 162).
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 21 maggio 1990
    Francesco Saja è rieletto Presidente della Corte Costituzionale.
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 22 maggio 1990
    La Camera approva, con 235 voti a favore e 126 contrari, il disegno di legge recante ordinamento delle autonomie locali (A.C. 2924-B), che sarà approvato in via definitiva dal Senato il 7 giugno (L. 8 giugno 1990, n. 142).
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 23 maggio 1990
    La Camera approva definitivamente la proposta di legge Riforma dell'ordinamento della scuola elementare (A.C. 53-B), approvato dal Senato il 21 febbraio 1990. (legge 5 giugno 1990, n. 148)
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 24 maggio 1990
    La Camera approva, con 333 voti a favore e 26 contrari, la proposta di legge recante per la regolamentazione dello sciopero nei servizi pubblici essenziali (A.C. 3039), che sarà approvata in via definitiva dalle Commissioni riunite I e XI (Affari costituzionali e Lavoro) del Senato il 7 giugno (legge 12 giugno 1990, n. 146).
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 25 maggio 1990
    La Camera respinge, con 164 voti a favore e 310 contrari, la mozione Occhetto (PCI) ed altri (n. 1-00390) di sfiducia nei confronti del Ministro dell'interno Antonio Gava.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 3 giugno 1990
    I tre quesiti referendari relativi alla disciplina della caccia, all'accesso dei cacciatori ai fondi privati e all'uso dei pesticidi non raggiungono il quorum di votanti previsto dall'articolo 75 della Costituzione: si reca alle urne circa il 43 per cento degli aventi diritto.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    giovedì, 7 giugno 1990
    Il presidente sudafricano Frederick de Klerk accoglie una delle richieste pregiudiziali poste dal movimento antiapartheid per l'avvio delle riforme sulle modifiche costituzionali ed annuncia in Parlamento la revoca dello stato d'emergenza in tutto il Paese, ad eccezione della provincia del Natal.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 20 giugno 1990
    Il Parlamento in seduta comune si riunisce per l'elezione di dieci componenti del Consiglio superiore della magistratura. Risultano eletti al primo scrutinio Giovanni Galloni e Piergiorgio Bressani.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    domenica, 1° luglio 1990
    Semestre italiano di Presidenza del Consiglio della Comunità Europea (luglio-dicembre 1990).
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 5 luglio 1990
    Il Parlamento in seduta comune elegge otto componenti del Consiglio superiore della magistratura. Al termine della votazione sono proclamati eletti Giorgio Lombardi, Franco Coccia, Mario Patrono, Giuseppe Ruggiero, Alessandro Reggiani, Gaetano Silvestri, Alessandro Pizzorusso e Pio Marconi.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 18 luglio 1990
    La Camera approva la proposta di modificazione al Regolamento (articoli 125, 126, 127 e aggiunta degli articoli 126-bis, 126-ter, 127-bis: riforma del capo XXVIII «Delle procedure di collegamento con l'attività di organismi comunitari e internazionali» e istituzione della Commissione speciale per le politiche comunitarie).
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 26 luglio 1990
    Il Presidente della Repubblica Francesco Cossiga invia un messaggio alle Camere sulla crisi della giustizia (Doc I, n.4).
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 27 luglio 1990
    I ministri della sinistra democristiana Martinazzoli (Ministro della Difesa), Fracanzani (Ministro delle Partecipazioni Statali), Mattarella (Ministro della Pubblica Istruzione), Misasi (Ministro senza portafoglio per gli interventi straordinari nel Mezzogiorno) e Mannino (Ministro dell'Agricoltura e Foreste) abbandonano il governo in seguito all'acuirsi dei contrasti con il Psi nel dibattito sulla legge sull'emittenza televisiva. Anche i tredici sottosegretari della sinistra rassegnano le dimissioni.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 27 luglio 1990
    Con un rimpasto-lampo il presidente del Consiglio Andreotti sostituisce i cinque ministri dimissionari. I nuovi ministri sono: Gerardo Bianco (Ministro della Pubblica Istruzione), Franco Piga (Ministro delle Partecipazioni Statali), Virginio Rognoni (Ministro della Difesa), Vito Saccomandi (Ministro dell'Agricoltura e Foreste), Gianni Marongiu (Ministro senza portafoglio per gli interventi straordinari nel Mezzogiorno).
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 27 luglio 1990
    La X Commissione della Camera (Attività produttive) approva il disegno di legge recante norme per la tutela della concorrenza e del mercato (A.C. 3755), che sarà approvato in via definitiva dalla Commissione Industria del Senato il 27 settembre (L. 10 ottobre 1990, n. 287).
  • Parlamento e istituzioni
    sabato, 28 luglio 1990
    La Camera approva la risoluzione (6-00134) presentata da Scotti (DC) ed altri sulla quale il Governo ha posto la questione di fiducia. La risoluzione propone l'approvazione delle Comunicazioni dell'Esecutivo relative al rimpasto di Governo.
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 30 luglio 1990
    La Camera approva l'emendamento 16.43 al disegno di legge recante la regolamentazione del sistema radiotelevisivo pubblico e privato (AC 4710), sul quale il Governo ha posto la questione di fiducia.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 1° agosto 1990
    Il Presidente della Repubblica Cossiga rinvia alle Camere per una nuova deliberazione la proposta di legge: Modifiche al regio decreto-legge 27 novembre 1933, n. 1578, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 gennaio 1934, n. 36, e alla legge 24 luglio 1985, n. 406, recanti disposizioni sull'ordinamento delle professioni di avvocato e procuratore (A.C.3912).
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 1° agosto 1990
    La Camera approva con votazione segreta, con 335 voti favorevoli e 230 contrari, il disegno di legge recante la regolamentazione del sistema radiotelevisivo pubblico e privato (A.C. 4710), che sarà approvato in via definitiva dal Senato il 5 agosto (L. 6 agosto 1990, n. 223) (Legge Mammì).
  • Politica estera ed eventi internazionali
    giovedì, 2 agosto 1990
    Le truppe irachene invadono il Kuwait
  • Politica estera ed eventi internazionali
    martedì, 7 agosto 1990
    In Sudafrica il leader dell'African National Congress Nelson Mandela annuncia la sospensione di tutte le azioni di guerriglia.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 15 agosto 1990
    Il Presidente della Repubblica Cossiga rinvia alle Camere per una nuova deliberazione la proposta di legge che istituisce il Servizio nazionale della protezione civile (A.C. 395-D).
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 22 agosto 1990
    L'Assemblea del Senato approva la risoluzione (6-0000.1) presentata dai Gruppi della maggioranza, che impegna il Governo a proseguire nello sviluppo di ogni iniziativa diretta a rimuovere le cause di conflitto nella regione medio-orientale e ad instaurare un quadro di cooperazione, sicurezza e sviluppo sostenibile in tutta l'area del Mediterraneo e del Vicino Oriente.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 23 agosto 1990
    La Camera approva la risoluzione (6-00143) che impegna il Governo a provvedere all'attuazione di misure di embargo contro l'Iraq e ad attuare altre misure dirette a garantire la sicurezza dei cittadini stranieri illegalmente trattenuti in Iraq.
  • Politica, cultura e società
    venerdì, 21 settembre 1990
    Il magistrato Rosario Livatino, impegnato nella lotta alle cosche mafiose, è ucciso in un agguato sulla strada statale che conduce ad Agrigento.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    mercoledì, 3 ottobre 1990
    Unificazione della Repubblica Federale Tedesca e della Repubblica Democratica Tedesca.
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 16 ottobre 1990
    Il Ministro dell'Interno Antonio Gava (DC) si dimette, sarà sostituito da Vincenzo Scotti (DC).
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 18 ottobre 1990
    Giovanni Conso è eletto Presidente della Corte Costituzionale.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 19 ottobre 1990
    Il Presidente del Consiglio Giulio Andreotti trasmette un'informativa sull'Operazione Gladio al Comitato parlamentare per i servizi di informazione e sicurezza e per il segreto di Stato. Gladio è un'organizzazione clandestina della Nato, che ha operato anche in Italia, creata nel 1951 per contrastare un'eventuale invasione dei paesi occidentali da parte dell'URSS.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    giovedì, 25 ottobre 1990
    Viene firmato all'Aja l'Atto unico europeo che modifica il trattato di Roma. Entrerà in vigore il 1° luglio 1987.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 7 novembre 1990
    I Presidenti dei due rami del Parlamento nominano Francesco Saja presidente dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 8 novembre 1990
    Il Presidente del Consiglio Giulio Andreotti, dopo aver annunciato nei giorni precedenti che il Governo non porrà il vincolo del segreto di Stato, risponde al Senato (seduta n. 449) ad alcune interpellanze sull'Operazione Gladio, sulla quale si è aperto un serrato confronto politico.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    lunedì, 19 novembre 1990
    Il secondo vertice della Conferenza sulla sicurezza e la cooperazione in Europa (CSCE) adotta la Carta di Parigi per una nuova Europa, che segna la fine della Guerra fredda.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    giovedì, 22 novembre 1990
    Il Primo Ministro inglese Margaret Tatcher rassegna le dimissioni.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 25 novembre 1990
    Ciriaco De Mita riassume la presidenza del Consiglio nazionale della DC, da cui si era dimesso.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    martedì, 27 novembre 1990
    L'Italia firma gli accordi di Schengen sulla libera circolazione dei cittadini degli Stati firmatari all'interno dell'Ue.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    giovedì, 29 novembre 1990
    L'ONU autorizza il ricorso alla forza, a partire dal 15 gennaio 1991, per ottenere il rispetto delle proprie risoluzioni e il ritiro dell'Iraq dal Kuwait.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 5 dicembre 1990
    Il Governo decide di rendere noti i nomi degli appartenenti all'organizzazione Gladio. Una Commissione di saggi composta da cinque ex presidenti della Corte costituzionale è incaricata di trasmettere al Parlamento un parere sulla costituzionalità dell'organizzazione. Il Presidente della Repubblica Cossiga dopo essere intervenuto più volte sul caso Gladio, in un intervento alla scuola dei carabinieri ne rivendica la legittimità.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 21 dicembre 1990
    La XI Commissione della Camera (Lavoro) approva il disegno di legge recante azioni positive per la realizzazione della parità uomo-donna, che sarà approvato in via definitiva dalla Commissione Lavoro del Senato il 14 marzo 1991 (L. 10 aprile 1991, n. 125).
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 26 dicembre 1990
    Colto da improvviso malore muore il Ministro delle Partecipazioni Statali Franco Piga. Il Presidente del Consiglio Giulio Andreotti assume ad interim il dicastero.



1991
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 17 gennaio 1991
    Il Parlamento, a larga maggioranza, dà via libera alla missione militare italiana nel Golfo per l'attuazione della risoluzione n. 678 dell'ONU.
  • Politica, cultura e società
    giovedì, 24 gennaio 1991
    Leoluca Orlando, dopo mesi di contrasti, si dimette dalla DC e fonda il “Movimento per la democrazia - La Rete”.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 30 gennaio 1991
    Ettore Gallo è eletto Presidente della Corte costituzionale.
  • Politica, cultura e società
    giovedì, 31 gennaio 1991
    A Rimini si riunisce il XX e ultimo congresso del PCI. A maggioranza viene approvata la nascita di una nuova formazione politica il Partito Democratico della Sinistra (PDS). Achille Occhetto è eletto segretario.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 10 febbraio 1991
    Nasce a Milano la Lega Nord, che riunisce tutti i principali movimenti autonomistici dell'Italia settentrionale e che si affida alla leadership del senatore Umberto Bossi, capo della Lega Lombarda.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 29 marzo 1991
    Prendendo atto dei contrasti al proprio interno, la maggioranza decide l'apertura della crisi. Il Presidente del Consiglio Giulio Andreotti rassegna le dimissioni.
  • Politica, cultura e società
    venerdì, 29 marzo 1991
    Franco Marini lascia la segreteria della CISL a Sergio D'Antoni.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 5 aprile 1991
    Il Presidente della Repubblica Cossiga conferisce nuovamente a Andreotti l'incarico di formare il Governo.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 10 aprile 1991
    Il Presidente della Repubblica Cossiga rinvia alle Camere per una nuova deliberazione il disegno di legge: Potenziamento degli organici del personale militare delle capitanerie di porto (A.C. 5042).
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 12 aprile 1991
    Andreotti scioglie positivamente la riserva e annuncia la formazione del suo settimo Ministero, un pentapartito DC, PSI, PRI, PSDI e PLI. Maccanico, però, rifiuta il ministero delle regioni, perché è stato smembrato da quello delle riforme istituzionali.
  • Parlamento e istituzioni
    sabato, 13 aprile 1991
    I ministri repubblicani non partecipano alla cerimonia del giuramento, accusando Andreotti di aver accettato il veto socialista alla presenza di Galasso (PRI) al ministero delle Poste ed escono dal Governo. Andreotti assume l'interim dei ministeri che dovevano essere guidati dai repubblicani.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 17 aprile 1991
    Il Presidente del Consiglio presenta il Governo alle Camere e ne illustra le linee programmatiche. Alla Camera si svolge la discussione sulle comunicazioni del Governo. La mozione di fiducia, presentata da Gava (DC), Andò (PSI), Caria (PSDI) e Battistuzzi (PLI), è approvata con 339 voti favorevoli e 207 contrari.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 19 aprile 1991
    Al Senato si svolge la discussione sulle comunicazioni del Governo. La mozione di fiducia, presentata da Mancino (DC), Fabbri (PSI), Bono Parrino (PSDI) e Candioto (PLI), è approvata con 177 voti favorevoli e 104 contrari.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 2 maggio 1991
    Il Presidente della Repubblica Francesco Cossiga nomina il presidente del Senato Giovanni Spadolini (PRI), senatore a vita per altissimi meriti in campo scientifico, letterario e sociale
  • Politica estera ed eventi internazionali
    giovedì, 2 maggio 1991
    A cento anni dalla Rerum novarum di Leone XIII, Giovanni Paolo II pubblica l'enciclica Centesimus annus.
  • Parlamento e istituzioni
    sabato, 1° giugno 1991
    Il Presidente della Repubblica Francesco Cossiga nomina Giovanni Agnelli, Giulio Andreott (DC), Francesco De Martino (PSI) e Paolo Emilio Taviani (DC), senatori a vita per altissimi meriti nel campo sociale, scientifico e letterario.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 9 giugno 1991
    Il 62,5% degli aventi diritto si reca alle urne per votare la proposta referendaria di ridurre a una sola le preferenze nelle elezioni della Camera dei deputati. Il quesito sarà approvato con il 95,57% di sì.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    mercoledì, 12 giugno 1991
    Boris Eltsin è eletto Presidente della Repubblica russa.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 16 giugno 1991
    Le elezioni regionali siciliane registrano un grande successo della DC e della Rete di Leoluca Orlando.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 20 giugno 1991
    La Camera repinge, con 156 voti favorevoli e 326 contrari, la mozione Occhetto ed altri 1-00525 di sfiducia al Governo. Nel corso della stessa seduta respinge inoltre, con 166 voti a favore e 326 contro, la mozione Luigi d'Amato ed altri m. 1-00526, di sfiducia nei confronti del Ministro del tesoro.
  • Politica, cultura e società
    sabato, 6 luglio 1991
    Gianfranco Fini è eletto segretario del MSI al posto di Pino Rauti.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 11 luglio 1991
    La Camera approva, con 333 voti a favore e 213 contrari, l'articolo 1 del disegno di legge di conversione del decreto-legge 13 maggio 1991, n. 151, recante provvedimenti urgenti per la finanza pubblica, sul quale il Governo aveva posto la questione di fiducia.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 12 luglio 1991
    Aldo Corasaniti è eletto Presidente della Corte costituzionale
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 16 luglio 1991
    Il Presidente della Repubblica Cossiga rinvia alle Camere per una nuova deliberazione la proposta di legge Norme di riordino del settore farmaceutico (A.C.2119-B).
  • Politica estera ed eventi internazionali
    mercoledì, 31 luglio 1991
    Nel corso del quarto vertice tra George Bush e Mikhail Gorbaciov a Mosca viene firmato il Trattato START, che riduce di oltre un terzo l'arsenale nucleare strategico delle due superpotenze.
  • Politica, cultura e società
    venerdì, 2 agosto 1991
    Angelo Finocchiaro è nominato Alto commissario per la lotta alla mafia al posto di Domenico Sica.
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 19 agosto 1991
    Il Presidente della Repubblica Cossiga rinvia alle Camere per una nuova deliberazione la proposta di legge: Modificazioni alla legge 6 febbraio 1948, n. 29, sulla elezione del Senato della Repubblica (A.C. 5729).
  • Politica estera ed eventi internazionali
    lunedì, 19 agosto 1991
    Otto esponenti dell'ala più retriva del PCUS destituiscono Mikhail Gorbaciov che era in vacanza in Crimea. Boris Eltsin guida la resistenza democratica al golpe, che verrà sventato due giorni più tardi.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 29 agosto 1991
    Il Presidente della Repubblica Cossiga rinvia alle Camere per una nuova deliberazione le proposte di legge: Riapertura dei termini per la presentazione di proposte di concessione di ricompensa al valor militare per la Resistenza per i comuni, le province e le regioni interessate (A.C. 4727) e Istituzione del giudice di pace (A.C. 5251-B).
  • Politica, cultura e società
    giovedì, 29 agosto 1991
    A Palermo Libero Grassi, un imprenditore che ha rifiutato di pagare le tangenti, è assassinato in un agguato di mafia.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 2 ottobre 1991
    La Camera, con 472 voti a favore e 1 astenuto, approva la proposta di legge costituzionale A.C. 5446-B, recante modifica dell'articolo 88, secondo comma, della Costituzione, che il 24 ottobre sarà approvato in via definitiva dal senato (L. cost. 4 novembre 1991, n. 1).
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 9 ottobre 1991
    La Camera approva, con tre diverse votazioni, gli articoli 1, 2 e 3 del progetto di legge riguardante l'istituzione in Bolzano di una sezione distaccata della Corte d'Appello di Trento (A.C. 4496), sui quali il Governo aveva posto la questione di fiducia.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 20 ottobre 1991
    In base al censimento generale della popolazione condotto dall'Istat, i residenti in Italia sono pari a 56.778.000.
  • Politica, cultura e società
    sabato, 26 ottobre 1991
    Il Governo vara la Direzione Nazionale Antimafia (DNA). Ad essa si affianca la Direzione Investigativa Antimafia (DIA), diretta dall'Alto commissario per la lotta alla mafia.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 31 ottobre 1991
    Il Presidente della Repubblica Cossiga rinvia alle Camere per una nuova deliberazione il disegno di legge: Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 13 agosto 1991, n. 285, recante disposizioni urgenti concernenti taluni criteri di applicazione dell'imposta sul valore aggiunto e delle imposte sui redditi, la repressione del contrabbando di tabacchi, le tasse per i contratti di trasferimento di titoli o valori, nonché l'Amministrazione finanziaria (A.C. 5939).
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 6 novembre 1991
    La Camera approva, con 312 voti a favore e 218 contrari, l'emendamento 1.5 del Governo interamente sostitutivo dell'articolo 1 del decreto-legge 1 ottobre 1991, n. 307, recante modificazioni al regime fiscale di taluni redditi di capitale, nonché alla disciplina del versamento di acconto delle imposte sui redditi e altre disposizioni tributarie urgenti, su cui il Governo aveva posto la questione di fiducia.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 7 novembre 1991
    La Camera approva in via definitiva, con 324 voti a favore e 2 voti contrari, il disegno di legge recante l'istituzione del giudice di pace (A.C. 5251-D), già approvato dal Senato il 3 ottobre 1991 (L. 21 novembre 1991, n. 374), che era stato rinviato alle Camere dal Presidente Cossiga.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 13 novembre 1991
    La Camera approva, con 304 voti favorevoli e 18 contrari, l'emendamento 1.1 del Governo del Governo interamente sostitutivo dell'articolo 1 del decreto-legge 13 settembre 1991, n. 299, recante interventi per il miglioramento qualitativo e la prevenzione dell' inquinamento delle acque destinate al consumo umano, nonché differimento del termine in materia di qualità delle acque di balneazione, su cui il Governo aveva posto la questione di fiducia.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 14 novembre 1991
    Il Parlamento in seduta comune elegge al secondo scrutinio Francesco Guizzi e al settimo scrutinio Cesare Mirabelli giudici della Corte costituzionale.
  • Parlamento e istituzioni
    mercoledì, 20 novembre 1991
    La VIII Commissione della Camera (Ambiente) approva in via definitiva la proposta di legge quadro sulle aree protette (A.C. 883-B), approvata dal Senato il 4 ottobre (L. 6 dicembre 1991, n. 394).
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 26 novembre 1991
    La Camera approva, con 410 voti a favore e 1 contrario, la proposta di legge costituzionale A.C. 3937-D, recante revisione dell'art. 79 della Costituzione in materia di concessione di amnistia e indulto, che era stata approvata dal senato il 1° agosto 1991 (L. cost. 6 marzo 1992, n. 1).
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 5 dicembre 1991
    La Camera approva, con 311 voti favorevoli e 196 contrari, l'emendamento 4.234 del Governo interamente sostitutivo dell'articolo 4 del disegno di legge A.C. 6103, riguardante disposizioni in materia di finanza pubblica, su cui il Governo aveva posto la questione di fiducia.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    martedì, 10 dicembre 1991
    Riunito a Maastricht, il Consiglio europeo concorda la creazione di un'Unione europea, che entro il 1° gennaio 1999 si doterà di una moneta unica.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 15 dicembre 1991
    Nasce a Roma il Partito della Rifondazione Comunista, di cui Armando Cossutta sarà presidente e Sergio Garavini segretario generale.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 20 dicembre 1991
    La Camera approva, con 322 voti favorevoli e 187 contrari, l'articolo 13 e annessi tabella ed elenchi del disegno di legge A.C. 6116, riguardante il bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 1992 e bilancio pluriennale per il triennio 1992-1994, su cui il Governo aveva posto la questione di fiducia.
  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 22 dicembre 1991
    La Camera approva, con 329 voti a favore e 169 contrari, l'articolo 2 ed annesse tabelle del disegno di legge A.C. 6115, recante Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato, su cui il Governo ha posto la questione di fiducia.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    mercoledì, 25 dicembre 1991
    Mikhail Gorbaciov annuncia le proprie dimissioni dalla presidenza dell'Unione Sovietica. L'URSS cessa di esistere.



1992
  • Politica estera ed eventi internazionali
    mercoledì, 1° gennaio 1992
    L'egiziano Boutros Ghali assume la carica di Segretario generale dell'ONU, in sostituzione del peruviano Javier Pérez de Cuéllar.
  • Parlamento e istituzioni
    sabato, 4 gennaio 1992
    Il Presidente della Repubblica Cossiga rinvia alle Camere per una nuova deliberazione la proposta di legge: Modifica dei requisiti per l'iscrizione all'albo ed elevazione del periodo di pratica professionale per i ragionieri e i periti commerciali (A.C. 5774) (Doc I, n. 19).
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 9 gennaio 1992
    La Camera approva, con 309 voti favorevoli e 176 contrari, l'articolo unico del disegno di legge A.C. 6162 di conversione del decreto-legge 3 dicembre 1991, n. 386, recante trasformazione degli enti pubblici economici, dismissione delle partecipazioni statali ed alienazione di beni patrimoniali suscettibili di gestione economica, su cui il Governo aveva posto la questione di fiducia.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 9 gennaio 1992
    La XII Commissione della Camera (Affari sociali) approva la proposta di legge quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate (A.C. 45), che sarà approvata in via definitiva dalla XII Commissione del Senato il 16 gennaio (L. 5 febbraio 1992, n. 104).
  • Politica estera ed eventi internazionali
    martedì, 14 gennaio 1992
    Il democristiano tedesco Egon Klepsch è eletto Presidente del Parlamento europeo.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    mercoledì, 15 gennaio 1992
    Il riconoscimento di Slovenia e Croazia da parte della CEE segna il dissolvimento della Federazione jugoslava.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 17 gennaio 1992
    La Camera approva, con 286 voti favorevoli e 33 contrari, l'articolo unico del disegno di legge A.C. 6264 di conversione del decreto-legge 20 novembre 1991, n. 367, recante coordinamento delle indagini nei procedimenti per reati di criminalità organizzata, su cui il Governo ha posto la questione di fiducia.
  • Politica, cultura e società
    lunedì, 20 gennaio 1992
    Pietro Larizza succede a Giorgio Benvenuto nella guida della UIL.
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 28 gennaio 1992
    Il Presidente della Repubblica Cossiga rinvia alle Camere per una nuova deliberazione la proposta di legge: Disposizioni per la riproduzione a colori sulle schede di votazione del contrassegno di lista (A.C.5845) (Doc I, n. 21).
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 30 gennaio 1992
    Il Presidente del Consiglio Andreotti intervenendo alla Camera dichiara esaurito il compito del Governo e ritiene che solo un nuovo passaggio elettorale potrà sbloccare la situazione di impasse sulle riforme istituzionali. La risoluzione Gava (DC) ed altri (n. 6-00206), sulla cui approvazione il Governo ha posto la questione di fiducia, è approvata con 242 voti favorevoli e 145 contrari.
  • Parlamento e istituzioni
    sabato, 1° febbraio 1992
    Il Presidente della Repubblica Cossiga rinvia alle Camere per una nuova deliberazione la proposta di legge Nuove norme in materia di obiezione di coscienza (A.C. 166) (Doc I, n. 22).
  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 2 febbraio 1992
    Il Presidente della Repubblica Francesco Cossiga dopo un giro di consultazioni decreta lo scioglimento anticipato del Parlamento (DPR 2 febbraio 1992, n. 60).
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 18 febbraio 1992
    Il Presidente della Repubblica Cossiga rinvia alle Camere per una nuova deliberazione la proposta di legge: Norme relative alla cessazione dell'impiego dell'amianto (A.C. 4858) (Doc I, n.23).
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 28 febbraio 1992
    Il Presidente della Repubblica Cossiga rinvia alle Camere per una nuova deliberazione la proposta di legge: Modifica e integrazione dell'articolo 6 della legge 2 aprile 1979, n. 97, concernente la progressione di carriera di alcuni magistrati a seguito della soppressione della qualifica di aggiunto giudiziario (A.C. 3372-B) (Doc I, n.24).
  • Parlamento e istituzioni
    sabato, 29 febbraio 1992
    Il Presidente della Repubblica Cossiga rinvia alle Camere per una nuova deliberazione le proposte di legge: Modificazioni alla disciplina dell'assicurazione obbligatoria per la responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti ed altre norme in materia di assicurazioni private (A.C. 5272) (Doc I, n. 25) e Recupero e restauro ambientale dello spazio naturale e del paesaggio agrario della zona di pianura e di parte della zona di collina non compresa nel territorio delle comunità montane (A.C. 2863-B) (Doc I, n.26).
  • Politica, cultura e società
    giovedì, 12 marzo 1992
    Salvo Lima, alto esponente della DC siciliana, è assassinato a Palermo in un agguato di mafia.
  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 5 aprile 1992
    Si svolgono le elezioni politiche. Esse registrano un vistoso successo della Lega Nord e una flessione dei partiti tradizionali. Nelle votazioni per la Camera dei deputati il risultato è il seguente: DC, 29,65% (206 seggi); PDS, 16,1% (107 seggi); PSI, 13,6% (92 seggi); Lega Lombarda, 8,65% (55 seggi); Rifondazione comunista, 5,6% (35 seggi); MSI-DN, 5,4% (34 seggi); PRI, 4,4% (27 seggi), PLI, 2,86% (17 seggi); Verdi, 2,8% (16 seggi); PSDI, 2,7% (16 seggi); Rete, 1,9% (12 seggi); Lista Pannella, 1,2% (7 seggi); altri, 5,1% (6 seggi).



I fatti, i documenti e i materiali più significativi relativi alla Camera e al Parlamento, inquadrati nel contesto più ampio della storia italiana e dei principali eventi internazionali, accessibili attraverso una guida temporale multimediale.
Sulla linea temporale, che rappresenta le legislature succedute nei diversi periodi dal Regno alla Repubblica, selezionare una legislatura per accedere ai calendari di fatti ed eventi, articolati in tre aree informative: Parlamento e istituzioni, Politica, cultura e società, Politica estera ed eventi internazionali.

Cronologia

X Legislatura della Repubblica italiana (dal 2 luglio 1987 al 22 aprile 1992)