Vai al sito parlamento.it Vai al sito camera.it

Portale storico della Camera dei deputati

VI Legislatura del Regno di Sardegna

dal 14 dicembre 1857 al 21 gennaio 1860
Tipo di elezioni: Maggioritario: uninominale a doppio turno (1848-1880) Presidenze Camera: Urbano Rattazzi, Carlo Cadorna

scheda della legislatura
1857
  • Politica, cultura e società
    domenica, 29 novembre 1857
    Muore Giuseppe Siccardi, ispiratore della politica ecclesiastica del Regno di Sardegna.
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 14 dicembre 1857
    Si apre la VI legislatura.
  • Politica, cultura e società
    mercoledì, 16 dicembre 1857
    Un grave terremoto provoca molte centinaia di morti tra la Campania e la Basilicata.



1858
  • Politica, cultura e società
    giovedì, 31 dicembre 1857
    Esce a Torino il primo volume del Nuovo dizionario della lingua italiana di Niccolò Tommaseo.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    giovedì, 14 gennaio 1858
    Il mazziniano Felice Orsini compie un attentato contro Napoleone III, che fallisce.
  • Parlamento e istituzioni
    venerdì, 15 gennaio 1858

    Urbano Rattazzi dimette da Ministro dell'Interno, in conseguenza dello spostamento a destra  della Camera dopo le elezioni del 15-18 novembre 1857. Cavour assume l'interim del dicastero.

  • Politica estera ed eventi internazionali
    sabato, 13 marzo 1858
    Felice Orsini è decapitato a Parigi.
  • Parlamento e istituzioni
    giovedì, 29 aprile 1858
    Sull'onda dell'attentato di Felice Orsini a Napoleone III, la Camera approva il disegno di legge Penalità per la cospirazione contro la vita dei capi dei Governi stranieri (n. 25), approvato dal Senato il 4 maggio (legge 20 giugno 1858, n. 2876).
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 31 maggio 1858
    La Camera approva il disegno di legge Autorizzazione al Governo di contrarre un prestito di 40 milioni di lire (n. 30), approvato dal Senato il 22 giugno 1858 (legge 26 giugno 1858, n. 2885). Il nuovo prestito finanzia gli sforzi bellici intrapresi dal Regno di Sardegna.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    venerdì, 25 giugno 1858
    La Cina firma con Francia ed Inghilterra il trattato di Tianjin, che apre il paese alla presenza commerciale europea.
  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 11 luglio 1858
    È chiusa la prima sessione della VI legislatura (r.d. 11 luglio 1858, n. 2899)
  • Politica estera ed eventi internazionali
    martedì, 20 luglio 1858
    Nella località termale di Plombières Cavour e Napoleone III si accordano per un intervento volto a liberare l'Italia dall'Austria nel caso di un'aggressione di quest'ultima al Regno di Sardegna.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    lunedì, 2 agosto 1858
    A seguito della sollevazione indiana, il Parlamento inglese vota l'Act for the Better Government of India, sostituendo il controllo statale a quello della Compagnia delle indie.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    venerdì, 10 dicembre 1858
    Francia e Regno di Sardegna concludono un trattato di alleanza segreto.
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 14 dicembre 1858
    Carlo Cadorna lascia la presidenza della Camera. Gli succede Urbano Rattazzi.



1859
  • Politica estera ed eventi internazionali
    sabato, 1° gennaio 1859
    Al ricevimento di capodanno, Napoleone III manifesta all'ambasciatore austriaco i propositi ostili della Francia verso l'Austria.
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 10 gennaio 1859
    Vittorio Emanuele III tiene un discorso alle Camere nel quale si dichiara sensibile al "grido di dolore" che giunge da molte parti dell'Italia.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    lunedì, 17 gennaio 1859
    Francia e Regno di Sardegna concludono un trattato di alleanza, con una convenzione militare ed una finanziaria in vista della prossima guerra all'Austria.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    lunedì, 24 gennaio 1859
    Trattato italo-francese
  • Politica estera ed eventi internazionali
    domenica, 30 gennaio 1859
    Clotilde di Savoia sposa Giuseppe Napoleone Bonaparte, cugino dell'imperatore Napoleone III.
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 21 febbraio 1859
    Il Senato approva in via definitiva il disegno di legge Prestito di 50 milioni di lire (n. 14), già approvato dalla Camera il 9 febbraio (legge 21 febbraio 1959, n. 3233). Il cospicuo prestito è utilizzato per le spese di guerra.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 6 marzo 1859
    Numerosi deportati politici napoletani, tra cui Luigi Settembrini e Silvio Spaventa, dirottano il veliero che li doveva trasportare in Brasile ed approdano in Irlanda.
  • Parlamento e istituzioni
    sabato, 23 aprile 1859
    La Camera approva il disegno di legge Concessione dei poteri straordinari al Governo del Re, durante la guerra (n. 45), approvata dal Senato il 25 aprile (legge 25 aprile 1859, n. 3345).Il governo austriaco presenta al Regno si Sardegna un ultimatum per la smobilitazione dei corpi volontari.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    domenica, 24 aprile 1859
    Il governo piemontese chiede al governo toscno di aderire all'alleanza franco-sarda, ottenendo un rifiuto.
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 26 aprile 1859
    Con r.d 26 aprile1859 n.3347, il principe Eugenio di Savoia è nominato Luogotenente Generale del Regno durante la permanenza del re presso l'esercito.Le truppe austriache entrano in territorio piemontese.Il Regno di Sardegna rifiuta l'ultimatum austriaco.
  • Politica, cultura e società
    mercoledì, 27 aprile 1859
    A seguito di manifestazioni patriottiche il granduca abbandona Firenze. Commissari piemontesi assumono il potere nel Ducato di Massa.Inizia la seconda guerra d'indipendenza.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    venerdì, 29 aprile 1859
    Il governo del Regno delle due Sicilie dichiara la propria neutralità rispetto al conflitto in atto nell'Italia settentrionale.
  • Parlamento e istituzioni
    sabato, 30 aprile 1859
    È prorogata la seconda sessione della sesta legislatura (r.d. 30 aprile 1859, n. 3356).
  • Politica, cultura e società
    mercoledì, 11 maggio 1859
    Il governo provvisorio toscano affida i pieni poteri al commissario del Regno di Sardegna Carlo Bon Compagni.
  • Politica, cultura e società
    venerdì, 20 maggio 1859
    A Montebello, le truppe francesi sconfiggono le truppe austriache.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 22 maggio 1859
    Muore Ferdinando II di Borbone. Gli succede il giovane figlio Francesco II.
  • Politica, cultura e società
    venerdì, 27 maggio 1859
    Il corpo volontario dei cacciatori delle Alpi, comandato da Garibaldi, occupa Como.
  • Politica, cultura e società
    martedì, 31 maggio 1859
    Le truppe del Regno di Sardegna sconfiggono gli austriaci a Palestro.
  • Politica, cultura e società
    sabato, 4 giugno 1859
    A Magenta gli austriaci sono nuovamente sconfitti dai franco-piemontesi. A seguito della sconfitta devono abbandonare Milano.
  • Politica, cultura e società
    mercoledì, 8 giugno 1859
    Napoleone III e Vittorio Emanuele II entrano trionfalmente a Milano, sgomberata dagli asutriaci.
  • Politica, cultura e società
    giovedì, 9 giugno 1859
    Maria Luisa di Borbone lascia il ducato di Parma e Piacenza, ormai sotto il controllo delle forze favorevoli all'unificazione italiana.
  • Politica, cultura e società
    sabato, 11 giugno 1859
    Francesco V di Modena lascia il Ducato ed affida Modena ad una reggenza, che, dopo pochi giorni, cede alle pressioni popolari.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 12 giugno 1859
    Sotto la pressione di dimostrazioni, il cardinale legato di Bologna lascia la città, nella quale si insedia un governo provvisorio.Il liberale Henry John Temple, visconte di Palmerston, assume la carica di Primo ministro d'Inghilterra, che manterrà fino al 1865.
  • Politica, cultura e società
    lunedì, 20 giugno 1859
    Perugia è riconquistata da truppe pontificie, dopo aspri combattimenti.
  • Politica, cultura e società
    venerdì, 24 giugno 1859
    Nelle battaglie di Solferino e San Martino gli austriaci sono nuovamente sconfitti, a prezzo di gravi perdite, dalle truppe francesi e sabaude.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    venerdì, 8 luglio 1859
    Plenipotenziari francesi ed asutriaci firmano un armistizio..
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 11 luglio 1859
    Cavour, estromesso dalle trattative per l'armistizio di Villafranca, si dimette da Presidente del Consiglio dopo un duro scontro col re. Gli succede (19 luglio) il generale Alfonso La Marmora.Napoleone III e Francesco Giuseppe firmano l'armistizio di Villafranca, che riconosce al Regno di Sardegna la Lombardia, ma non il Veneto né i Ducati padani.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    martedì, 12 luglio 1859
    Vittorio Emanuele II aderisce all'armistizio di Villafranca.
  • Politica, cultura e società
    giovedì, 21 luglio 1859
    Il granduca di Toscana, Leopoldo II, esule a Vienna, abdica in favore del figlio Ferdinando.
  • Politica, cultura e società
    mercoledì, 27 luglio 1859
    Luigi Carlo Farini cessa le funzioni di governatore delle provincie modenesi ed assume quello di dittatore.
  • Politica, cultura e società
    domenica, 7 agosto 1859
    Si svolgono le elezioni dell'assemblea toscana secondo la legge elettorale del 1848.
  • Politica, cultura e società
    lunedì, 8 agosto 1859
    Giuseppe Mazzini rientra a Firenze, allo scopo di rilanciare una consistente attività insurrezionale.Si apre a Zurigo la conferenza di pace.
  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 14 agosto 1859
    Si svolge un plebiscito per l'annessione di Parma al Regno di Sardegna, che si esprime, a larga maggioranza, per l'unione dei due Stati. Il governatore straordinario, Luigi Carlo Farini, non gli riconosce valore ufficiale e decreta l'istituzione di un'assemblea rappresentativa.
  • Parlamento e istituzioni
    sabato, 20 agosto 1859
    L'assemblea toscana, dopo aver dichiarato decaduti i Lorena, delibera l'unione del granducato al Regno di Sardegna.
  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 21 agosto 1859
    L'assemblea modenese delibera l'unione al Regno di Sardegna.
  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 28 agosto 1859
    A Bologna è eletta un'assemblea rappresentativa.
  • Politica, cultura e società
    sabato, 3 settembre 1859
    Vittorio Emanuele II, ricevendo la delegazione toscana, si limita ad assicurare il suo sostegno alle aspirazioni dei toscani.
  • Parlamento e istituzioni
    martedì, 6 settembre 1859
    L'assemblea bolognese dichiara decaduto il governo papale e vota l'annessione al Regno di Sardegna.
  • Politica estera ed eventi internazionali
    venerdì, 9 settembre 1859
    Il governo francese, tramite i giornali, la necessità di restaurare i sovrani allontanati dall'Italia centrale.
  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 11 settembre 1859
    L'assemblea parmnese vota la decadenza dei Borbone e l'annessione a Regno di Sardegna.
  • Politica, cultura e società
    giovedì, 15 settembre 1859
    Ricevendo le delegazioni di Modena e Parma, Vittorio Emanuele II non accetta esplicitamente i risultati del plebiscito. Lo stesso accadrà con la delegazione romagnola (24 settembre).
  • Politica estera ed eventi internazionali
    martedì, 4 ottobre 1859
    Francia e Austria concludono, a Zurigo, un accordo per la restaurazione dei sovrani nell'Italia centrale.
  • Politica, cultura e società
    sabato, 22 ottobre 1859
    Si svolge, a Novi Ligure, il settimo congresso delle società operaie.
  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 23 ottobre 1859
    È promulgata, in virtù dei pieni poteri, la legge Ordinamento dell'amministrazione comunale e provinciale (legge 2310 1859, n. 3702)
  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 23 ottobre 1859
    Con il decreto 2310 1859, n. 3702, assunto in base ai pieni poteri, è riorganizzata l'amministrazione locale del Regno di Sardegna e della Lombardia.
  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 30 ottobre 1859
    Con quattro leggi, emanate in virtù dei pieni poteri, è riformato il contenzioso amministrativo (leggi 3010 1859, nn. 3705, 3706, 3707, 3708)
  • Politica estera ed eventi internazionali
    giovedì, 10 novembre 1859
    Francia, Regno di Sardegna e Austria sottoscrivono il trattato di pace (trattato di Zurigo). Questo prevede la cessione della Lombardia al Refno di Sardegna, la reintegrazione nei propri Stati dei sovrani di Toscana, Parma e Modena e la costituzione di una confederazione italiana, presieduta dal papa.
  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 13 novembre 1859

    In base ai poteri straordinari conferiti al governo del re è promulgata la legge 13 novembre 1859, n. 3725 (legge Casati), che costruisce l'ossatura del sistema scolastico italiano. Marco Minghetti e Ubaldino Peruzzi presentano al principe Eugenio di Carignano i voti per l'annessione al Regno di Sardegna delle provincie dell'Italia centrale.

  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 20 novembre 1859
    Con regi decreti 20 novembre 1859 n.3783, 3784 e 3786 sono promulgati i Codici penale, di procedura penale e di procedura civile
  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 20 novembre 1859
    In base ai poteri straordinari conferiti al governo del re è promulgata la legge di riforma elettorale (legge 20 novembre 1859, n. 3778).
  • Politica estera ed eventi internazionali
    giovedì, 22 dicembre 1859
    A Parigi è pubblicato l'opuscolo Le Pape et le Congres, espressione informale di un'evoluzione del governo francese in direzione sfavorevole al mantenimento dello Stato pontificio.



1860
  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 1° gennaio 1860
    È svolto il discorso della Corona. La Camera delibera l'indirizzo di risposta il 14 aprile (relatore: Tenca), come pure il Senato (relatore: Ufficio di Presidenza)
  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 1° gennaio 1860
    Al Senato è confermato alla Presidenza Cesare Alfieri di Sostegno
  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 1° gennaio 1860
    La Camera approva il disegno di legge di conversione del regio decreto 18 marzo 1860, relativo alla unione delle province della Emilia e della Romagna al Regno di Sardegna, già approvato dal Senato il 14 aprile 1860 (legge 15 aprile 1860, n. 4059)
  • Politica estera ed eventi internazionali
    domenica, 1° gennaio 1860
    Garibaldi assume la dittatura della Sicilia in nome di Vittorio Emanuele II.
  • Parlamento e istituzioni
    domenica, 1° gennaio 1860
    Prima di prorogarsi, la Camera vota una mozione di riconoscenza al re.
  • Parlamento e istituzioni
    lunedì, 16 gennaio 1860
    Il Governo La Marmora si dimette.
  • Parlamento e istituzioni
    sabato, 21 gennaio 1860
    Vittorio Emanuele II affida l'incarico di Presidente del Consiglio a Cavour



I fatti, i documenti e i materiali più significativi relativi alla Camera e al Parlamento, inquadrati nel contesto più ampio della storia italiana e dei principali eventi internazionali, accessibili attraverso una guida temporale multimediale.
Sulla linea temporale, che rappresenta le legislature succedute nei diversi periodi dal Regno alla Repubblica, selezionare una legislatura per accedere ai calendari di fatti ed eventi, articolati in tre aree informative: Parlamento e istituzioni, Politica, cultura e società, Politica estera ed eventi internazionali.

Cronologia

VI Legislatura del Regno di Sardegna (dal 14 dicembre 1857 al 21 gennaio 1860)