Vai al sito parlamento.it Vai al sito camera.it

Portale storico della Camera dei deputati

Montecitorio

Storia e immagini del "palazzo" di Montecitorio dal XVI secolo ai giorni nostri. Dall'originario progetto di Gian Lorenzo Bernini per la costruzione di una dimora per i principi Ludovisi nel 1650, al progetto di rifacimento del palazzo del Parlamento affidato nel 1902 all'architetto Basile, fino alle immagini dei progetti presentati per il Concorso per la costruzione del nuovo palazzo per gli uffici della Camera dei deputati nel 1967
 

Stampe e dipinti del Palazzo di Montecitorio

Questa raccolta di stampe e dipinti realizzati da diversi autori tra XVI e XIX secolo testimonia la fortuna iconografica del palazzo di Montecitorio. Deriva da un volume pubblicato nel 1970 dalla Segreteria generale della Camera, per la cura dell’architetto Franco Borsi, coadiuvato dalla prof. GiulianaLimiti, Primo Referendario della Camera, e del dott. Alessandro Gambuti, dell'lstituto di Storia dell'Architettura dell'Università di Firenze.



segui il percorso
  • Veduta della piazza di Montecitorio
  • La notte del 12 febbraio 1831 in piazza Colonna
  • Prospetto e Veduta del Palazzo della Curia Romana per residenza de' Tribunali nuovamente fabbricato sul' Monte Citatorio
  • Finestre del Pian Terreno della facciata del Palazzo della gran Curia Innocentiuna
  • Prospetto della metà del didentro del cortile della Curia Romana
  • Palazzo Ludovisi a Montecitorio (Roma, collezione Doria-Pamphili)
  • Veue et perspective de la Colomne d'Antonin le Pieux Empereur
  • Porta principale del Palazzo della Curia Innocenziana con le sue porte minori Laterali sopra il Monte Citorio
 

L'ampliamento del palazzo: il progetto Basile

Nel 1902 il Ministro dei Lavori Pubblici Balenzano affidò a Ernesto Basile i lavori di sistemazione definitiva e di ampliamento del Palazzo del Parlamento. Il progetto, approvato nel 1904, prevedeva la costruzione di un nuovo edificio alle spalle del Palazzo di Montecitorio e, conseguentemente, un imponente intervento urbanistico nell'area circostante.



segui il percorso
  • Armadio a cassetti per le sale delle commissioni
  • Specchiera armadio
  • Coronamento in ferro battuto per l'ascensore dei ministri
  • Scaffale
  • Galleria dei passi perduti. Sospensioni per l'illuminazione elettrica, riquadri centrali.
  • Poltrona per il primo ministro
  • Porta - Cenere in ferrobattuto con piatto di rame lucido - rettangolare ottagonale
  • Parete in legno con banconata per la sistemazione della rivendita dei tabacchi
 

Foto del palazzo

La prima Aula, progettata da Paolo Comotto e inaugurata nel 1871, si dimostrò presto inadeguata e i lavori dell'Assemblea furono trasferiti in un'Aula provvisoria in attesa di una sistemazione definitiva. La nuova aula, progettata da Ernesto Basile, fu solennemente inaugurata il 20 novembre 1918.

All'interno del palazzo, oltre all'Aula, numerosi ambienti rivestono un particolare interesse architettonico e storico, che nel corso degli anni hanno subito profonde modifiche nella struttura, negli arredi e nella destinazione d'uso. Attraverso le foto d'epoca di quegli ambienti nei diversi periodi storici è possibile seguirne la graduale trasformazione.



segui il percorso
  • Corridoio dei busti
  • La fontana demolita per la costruzione dell'aula attuale
  • Piazza Montecitorio - Prospetto (visuale d'angolo)
  • Preparativi per l'apertura della Camera dei Deputati. Il nuovo cavalcavia in via della Missione
  • Parlamento. Il centro delle demolizioni dietro a Montecitorio
  • V. Pica, il prof. Tesorone, l'architetto Basile, D. Trentacoste, Ducrot, attorno a un tavolo
  • Ingresso principale Piazza Montecitorio - Veduta dell'Atrio
  • Il fregio decorativo della nuova aula parlamentare. Aristide Sartorio lavora al fregio