Vai al sito parlamento.it Vai al sito camera.it

Portale storico della Camera dei deputati

Documenti ed Atti

XI Legislatura della repubblica italiana

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/06068 presentata da PIZZINATO ANTONIO (PARTITO DEMOCRATICO DELLA SINISTRA) in data 19921008

Al Ministro delle poste e delle telecomunicazioni. - Per sapere se sia a conoscenza: dei motivi che hanno determinato il protrarsi di un arco di tempo di circa 9 anni per la costruzione della palazzina destinata ad ospitare la nuova Centrale Telex di Como in via Bossi; del fatto che alla realizzazione dell'opera hanno concorso le societa' Italcet per il montaggio degli impianti EDS e della Sala Energia, la Icet di Ariccia per il montaggio del "Permutatore" e della Sala di Telegrafia Armonica, la Sircas per gli impianti di "condizionatori" e la ditta Edilcement di Gubbio per la costruzione della predetta palazzina. Quest'ultima ditta e' fallita nel corso del tempo di costruzione con conseguente interruzione dei lavori e ritardi nella realizzazione delle opere murarie; del fatto che vi sarebbero stati "subappalti"; dei costi definitivi ed in quale misura essi hanno subi'to una "lievitazione" per il prolungarsi dei tempi; dei tempi ancora necessari per la entrata in funzione della nuova Centrale EDS (tecnica elettronica). (4-06068)

Al riguardo si fa presente che la realizzazione della nuova centrale telex di Como ha richiesto, per la sua complessita', l'intervento di piu' ditte specializzate: la Italtel per il montaggio degli impianti EDS e della sala energia, la Icet per il montaggio del permutatore e della sala di telegrafia armonica, la Sircas per la installazione degli impianti di condizionamento e la Edilcemento per la realizzazione delle opere murarie; tale ultima societa' ha fatto ricorso al subappalto esclusivamente per l'esecuzione delle opere speciali di fondazione che hanno richiesto una competenza specifica. I lavori, iniziati nel mese di aprile 1986, sono stati sospesi nell'aprile 1991 in quanto la ditta Edilcemento Gubbio SPA non e' stata in grado di portare a termine l'opera, eseguita al 90 per cento, per sopravvenute difficolta' economiche. Una Commissione appositamente costituita ha provveduto a redigere il certificato di collaudo delle opere eseguite ed ora sono in corso gli adempimenti per l'esperimento di una nuova gara di appalto per la realizzazione del restante 10 per cento dell'opera. La spesa preventivata - pari a lire 1.678.000.000 al netto del 23, 21 per cento di ribasso d'asta -, subira', sulla base dei conteggi scaturiti dalla perizia disposta da questa amministrazione, un aumento di circa 230.000.000, importo che sara' posto come base d'asta per la raccolta delle offerte da parte delle ditte di fiducia dell'amministrazione. Una volta eseguiti i necessari lavori di completamento ed effettuato il collaudo finale sara' possibile fissare la data di attivazione della centrale telex in questione. Il Ministro delle poste e delle telecomunicazioni: Pagani.



 
Cronologia
venerdì 2 ottobre
  • Politica, cultura e società
    Si svolge uno sciopero generale del pubblico impiego contro la manovra economica.

giovedì 8 ottobre
  • Politica estera ed eventi internazionali
    Muore Willy Brandt, già cancelliere tedesco e protagonista della Ostpolitik.

venerdì 9 ottobre
  • Parlamento e istituzioni
    La Camera, con distinte votazioni, approva i quattro articoli del disegno di legge A.C. 1568, recante delega al Governo per la razionalizzazione e la revisione delle discipline in materia di sanità, di pubblico impiego, di previdenza e di finanza territoriale, su cui il Governo aveva posto la questione di fiducia.