Vai al sito parlamento.it Vai al sito camera.it

Portale storico della Camera dei deputati

Documenti ed Atti

XVI Legislatura della repubblica italiana

INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE 5/00079 presentata da EVANGELISTI FABIO (ITALIA DEI VALORI) in data 20080604

Atto Camera Interrogazione a risposta in Commissione 5-00079 presentata da FABIO EVANGELISTI mercoledi' 4 giugno 2008 nella seduta n.013 EVANGELISTI, RIGONI e MISITI. - Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, al Ministro dell'economia e delle finanze. - Per sapere - premesso che: il processo di passaggio di competenze e responsabilita', alle Regioni, avviato da diversi anni nel nostro Paese presenta, in piu' di un settore, non poche necessita' di maggiore coordinamento; tale necessita' si avverte anche nel comparto ferroviario; la struttura di vendita assistenza di Trenitalia e' organizzata secondo la distinzione tra la divisione passeggeri nazionali ed internazionali e la divisione passeggeri regionale; la biglietteria di Massa e' stata assimilata, al momento alla divisione passeggeri nazionali ed internazionali; il piano di riorganizzazione presentato a livello nazionale di tale divisione prevede la chiusura di ben 27 punti di vendita ed assistenza, tra cui e' ricompresa anche la stazione di Massa centro, la unica in tutta la regione toscana di cui viene prevista la soppressione; l'attuazione del piano non e' stata portata a compimento per l'opposizione delle rappresentanze sindacali dei lavoratori; si e' verificato un notevole ridimensionamento del personale perche' appellandosi al piano di chiusura i responsabili territoriali hanno precluso qualsiasi nuovo apporto di personale anche di quello necessario alla sostituzione di quello pensionato o trasferito; la figura di responsabile di impianto viene svolta solo per due giorni a settimana da personale di altre stazioni mentre il personale rimasto, di sole cinque unita', opera spesso in condizioni di evidente difficolta', e non di rado con la possibilita' di mantenere aperto un solo sportello al pubblico; anche il livello di sicurezza delle strutture e dell'intera stazione inevitabilmente risente di tale situazione; risulta comunque un continuo aumento degli incassi agli sportelli, a dimostrazione della produttivita' della stazione che resta la piu' grande della Provincia; la sua chiusura contrasterebbe con la circostanza per cui altre stazioni piu' piccole e meno produttive della stessa provincia rimarrebbero, invece, aperte mostrando un profilo di evidente incongruita' dell'intervento in atto; tale circostanza e' dovuta al fatto che stazioni piu' piccole e meno produttive sono comunque ricomprese nella divisione passeggeri regionale, a differenza di quella di Massa appartenente alla divisione passeggeri nazionali ed internazionali -: perche' non si prenda in considerazione l'ipotesi di trasferire la stazione di Massa centro alla divisione passeggeri regionale, procedendo di pari passo ad una riorganizzazione del personale a livello provinciale in coordinamento con le stazioni piu' piccole di Carrara, Aulla e Pontremoli, secondo una riorganizzazione a tutti gli effetti piu' coerente con la produttivita' delle diverse stazioni, senza cioe' penalizzare paradossalmente la stazione piu' grande e produttiva. (5-00079)

 
Cronologia
martedì 3 giugno
  • Politica estera ed eventi internazionali
    A Roma presso la sede della FAO si svolge il secondo vertice mondiale sulla sicurezza alimentare. All’incontro partecipano 181 paesi.

mercoledì 11 giugno
  • Parlamento e istituzioni

    La Camera approva, con modificazioni, il disegno di conversione del decreto-legge 23 aprile 2008, n. 80, recante misure urgenti per assicurare il pubblico servizio di trasporto aereo (C. 1094), che sarà approvato definitivamente dal Senato il 19 giugno (legge 23 giugno 2008, n. 111) (salvataggio Alitalia).