Vai al sito parlamento.it Vai al sito camera.it

Portale storico della Camera dei deputati

Documenti ed Atti

XVI Legislatura della repubblica italiana

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/00498 presentata da DI PIETRO ANTONIO (ITALIA DEI VALORI) in data 20080630

Atto Camera Interrogazione a risposta scritta 4-00498 presentata da ANTONIO DI PIETRO lunedi' 30 giugno 2008 nella seduta n.025 DI PIETRO. - Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. - Per sapere - premesso che: sembra certo che la societa' Trenitalia S.p.A., delle Ferrovie dello Stato, abbia deciso, fra le altre, di chiudere la biglietteria della stazione di Termoli; la biglietteria fa parte della societa' Trenitalia, divisione passeggeri, cioe' della sezione che si occupa del traffico a media e lunga distanza; con tale scelta il piu' rilevante centro turistico ed industriale molisano viene privato di un servizio importante poiche' la cittadina di Termoli, oltre ad essere la porta della regione Molise, e' un notevole centro ferroviario, aggregatore delle esigenze di trasporto della popolazione molisana; sarebbe auspicabile che anche la regione Molise possa effettuare quelle scelte in materia di trasporto ferroviario che rappresentano necessita' imprescindibili, servono a ridurre la dipendenza energetica e a sostenere lo sviluppo del traffico, cosi' come e' avvenuto in altre regioni d'Italia ed anche all'estero; considerato quanto sopra esposto, sarebbe necessario e doveroso cercare di conservare i servizi gia' esistenti che facilitano l'accesso alla rete ferroviaria -: se il Ministro non ritenga opportuno intervenire e concordare con la Regione Molise la non chiusura della biglietteria della stazione di Termoli affinche' essa possa continuare a funzionare garantendo un servizio indispensabile ai cittadini molisani. (4-00498)

Atto Camera Risposta scritta pubblicata lunedi' 27 ottobre 2008 nell'allegato B della seduta n. 072 All'Interrogazione 4-00498
presentata da ANTONIO DI PIETRO Risposta. - In riferimento all'interrogazione in esame, si forniscono i seguenti elementi di risposta. Trenitalia sta attualmente definendo un progetto di razionalizzazione della propria rete di vendita finalizzata a riequilibrare il rapporto costi/ricavi che, per alcuni canali di vendita, si presenta oggi notevolmente sbilanciato, con perdite assolutamente insostenibili per l'Azienda (determinate da costi nettamente superiori agli introiti realizzati). Per quanto concerne specificatamente la vendita diretta, quindi, sulla base del conto economico di ciascuna biglietteria saranno assunte le determinazioni conseguenti - circa il relativo mantenimento in servizio - nei tempi e con le modalita' in corso di verifica. Va, comunque, precisato che nell'ambito del medesimo programma, al fine di ampliare ulteriormente le possibilita' di acquisto per la clientela, e' previsto un notevole rafforzamento dei canali di vendita innovativi di tipo self service, ma anche internet e mobile ticketing (dove gia' oggi e' possibile comprare biglietti ferroviari con uno sconto), oltre che della rete di vendita indiretta (agenzie di viaggi e punti vendita esterni). Con il nuovo schema di contratto di servizio cosiddetto «a catalogo» - che Trenitalia ha proposto alle Amministrazioni regionali e, quindi, anche alla Regione Molise - ciascuna Regione ha la possibilita' di scegliere autonomamente ed acquistare anche i servizi che ritiene utili nelle stazioni del proprio territorio, tra cui quelli di biglietteria. Va qui specificato che i servizi commerciali attinenti la vendita di biglietti nell'ambito delle stazioni ferroviarie rientrano tra le competenze attribuite alle Regioni. Detti servizi sono erogati da Trenitalia congiuntamente per i treni prodotti in regime di autonomia commerciale e per quelli sottoposti a contribuzione statale. Allo stato, essi non sono oggetto di regolazione specifica con il contratto di servizio vigente. Tuttavia, poiche' e' progressivamente emersa la criticita' e la crucialita' di tale aspetto, la questione della rete di vendita che comprende anche le agenzie di viaggio, il sito internet e la biglietteria telefonica, dovra' essere disciplinata nel contratto di servizio da predisporre a valle dell'indagine conoscitiva ex articolo 2 comma 253 della legge finanziaria per il 2008. Tra l'altro, nella proposta di assetto dei servizi di pubblica utilita' presentata da questo Ministero alla fine dello scorso anno e della quale il Comitato per la programmazione economica ha preso atto nella seduta del 27 marzo 2008, tale aspetto e' espressamente previsto come uno degli elementi da disciplinare nel contratto di servizio, dal punto di vista della capillarita', dell'accessibilita' e degli orari di apertura al pubblico. Il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti: Altero Matteoli.



 
Cronologia
mercoledì 25 giugno
  • Parlamento e istituzioni

    La Camera approva, con 326 voti favorevoli, 260 contrari e 3 astenuti, l'emendamento Dis. 1.1 del Governo, interamente sostitutivo dell'articolo unico del d.d.l. di conversione del decreto-legge 27 maggio 2008, n. 93, recante disposizioni urgenti per salvaguardare il potere di acquisto delle famiglie (C. 1185-A), sul quale era stata posta la questione di fiducia.

    Il provvedimento, recante l'abolizione dell'ICI sulla prima casa, sarà approvato definitivamente dal Senato il 17 luglio 2008 (legge 24 luglio 2008, n. 126).



mercoledì 2 luglio
  • Politica estera ed eventi internazionali
    Il Ministro degli Affari esteri, Franco Frattini espone alle Commissioni riunite Affari esteri di Camera e Senato le linee programmatiche del suo dicastero.

    Franco Frattini