Vai al sito parlamento.it Vai al sito camera.it

Portale storico della Camera dei deputati

Nota sulle fonti

Area Multimedia

Dalla sezione Multimedia si accede a risorse fotografiche e audiovisive sulla storia e sull’attività della Camera; tali risorse fanno riferimento a fonti sia interne che esterne al Portale:
  • una raccolta di immagini sui “Palazzi” della Camera: Montecitorio, con l’Aula, il Transatlantico, il cortile d’onore; il palazzo di via del Seminario, sede della Biblioteca e dell’Archivio storico della Camera, con la Sala delle Capriate e il corridoio degli Atti parlamentari; quello di vicolo Valdina, con il Chiostro, la Sala della Sacrestia e la Chiesa di San Gregorio nazianzeno; e poi ancora, il palazzo dei gruppi, palazzo Theodoli-Bianchelli e l’ex palazzo Banco di Napoli;
  • una selezione di immagini del patrimonio artistico presente alla Camera dei deputati, organizzato in raccolte di opere in base al periodo storico di riferimento e alle diverse forme di espressione artistica: pittura, scultura, grafica;
  • l’Archivio fotografico del Cerimoniale, che attualmente comprende 4.475 servizi fotografici per 22.440 immagini, dall’inizio del Novecento fino alla XV legislatura; per garantire la massima disponibilità di documenti visivi, il patrimonio di immagini delle ultime due legislature documentate (XIV e XV) è stato pubblicato, sebbene non sia stata ancora completata la descrizione inventariale;
  • da “Le sedute” si ha accesso alla Web TV della Camera, che comprende la raccolta completa delle registrazioni delle sedute dell’Assemblea e delle Commissioni dalla XIV legislatura ad oggi e oltre 400 filmati relativi a eventi diversi a partire dal 28 maggio 2008;
  • “Camera in Luce”, infine, indirizza al portale realizzato in collaborazione tra l’Istituto Luce e la Camera dei deputati, dedicato al racconto in immagini della storia politica dell’Italia: il portale organizza e rende fruibili online tutte le risorse digitali sulla storia parlamentare prodotte e conservate dall’archivio storico Luce: circa 15.000 documenti audiovisivi (13.000 cinegiornali del periodo fascista e dell’Italia repubblicana, 1000 documentari, circa 800 filmati di repertorio) più di 30mila di fotografie, e le relative schede descrittive.