Vai al sito parlamento.it Vai al sito camera.it

Portale storico della Camera dei deputati

Documenti ed Atti

XI Legislatura della repubblica italiana

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/01215 presentata da BRUNETTI MARIO (RIFONDAZIONE COMUNISTA) in data 19920525

Ai Ministri delle poste e telecomunicazioni e del lavoro e previdenza sociale. - Per conoscere - premesso che: nel corso della recente campagna elettorale, in un clima di esasperazione clientelare tra partiti di governo ed elettori, la SIP e' entrata pesantemente nella medesima con l'assunzione di alcune unita' lavorative in maniera temporanea e contingente; tali assunzioni sono avvenute in netta violazione di ogni norma contrattuale e nella piu' bieca logica spartitoria; le assunzioni di che trattasi rischiano di assumere un carattere di beffa se si pensa che l'azienda, a livello nazionale, in una difficile trattativa in sede di rinnovo contrattuale, va sostenendo la necessita' di una radicale ristrutturazione organizzativa e che, quindi, migliaia di dipendenti andrebbero messi in mobilita' quando non allontanati dal lavoro; l'episodio ha creato grandissimo malumore e indignazione nella popolazione e tra i giovani che, giustamente, in una regione colpita duramente dal dramma collettivo della disoccupazione, si sarebbero atteso, da un ente controllato dallo Stato, un esempio di correttezza e di moralita' nelle assunzioni -: se abbiano notizie di quanto in premessa e quali iniziative intendano assumere, nell'ambito delle proprie competenze istituzionali, per impedire che segnali cosi' allarmanti non creino ulteriori e giusti risentimenti in migliaia di giovani, laureati e diplomati, che attraverso questi metodi illegali vedono infranto il loro legittimo diritto di partecipare alla possibilita' di avere un posto di lavoro senza doversi ridurre ad oggetto di scambio. (4-01215)

I problemi relativi ai rapporti di lavoro tra la SIP ed il proprio personale rientrano nella esclusiva competenza degli organi di gestione di detta societa' senza che questo Ministero abbia alcuna possibilita' di ingerenza in materia. Il controllo di questa amministrazione sull'operato della SIP si limita, infatti, alla vigilanza del rispetto degli obblighi derivanti dalla convenzione nonche' alla verifica sull'andamento della gestione con particolare riferimento agli impianti ed al funzionamento dei servizi dati in concessione. Tuttavia allo scopo di poter disporre di elementi di valutazione in merito a quanto rappresentato non si e' mancato di interessare la concessionaria SIP la quale ha precisato di far ricorso all'istituto del lavoro part-time per far fronte a particolari esigenze operative e con l'obiettivo di adeguare le proprie strutture ad un costante miglioramento della qualita' del servizio offerto. Tali assunzioni vengono effettuate prevalentemente nell'ambito del CLSUT - Centro di lavoro servizi di utenza - che cura in particolare le richieste inerenti i servizi "12" "187", "110", "119", ecc., servizi che richiedono la distribuzione dell'attivita' lavorativa in base a volumi di traffico non uniformi nell'arco della giornata. Il processo di revisione strutturale in atto, teso a perseguire obiettivi di una migliore razionalizzazione organizzativa e recupero produttivo, ha precisato la concessionaria, e' circoscritto a specifici settori aziendali e non coinvolgera', con processi di mobilita', i settori per i quali la societa' ha fatto ricorso alle assunzioni part-time. L'attuale struttura organizzativa della SIP prevede, al contrario, la possibilita' di passaggio a full-time dei lavoratori part-time secondo i criteri recepiti nel vigente contratto collettivo di lavoro e nel rispetto della professionalita' acquisita. Il Ministro delle poste e delle telecomunicazioni: Pagani.



 
Cronologia
sabato 23 maggio
  • Politica, cultura e società
    Il giudice Giovanni Falcone resta ucciso in un gravissimo attentato di mafia a Capaci, nei pressi di Palermo. Falcone già capo del pool antimafia in Sicilia e direttore degli affari penali del Ministero della giustizia perde la vita insieme alla moglie, il magistrato Francesca Morvillo e a tre uomini della scorta.

lunedì 25 maggio
  • Politica, cultura e società
    A Palermo ai funerali di Giovanni Falcone, della moglie e della scorta partecipano migliaia di persone e i più alti rappresentanti del mondo politico, che vengono duramente contestati dalla cittadinanza.

mercoledì 3 giugno
  • Parlamento e istituzioni
    Al quinto scrutinio e con 360 voti, è eletto Presidente della Camera Giorgio Napolitano.