Vai al sito parlamento.it Vai al sito camera.it

Portale storico della Camera dei deputati

Documenti ed Atti

XII Legislatura della repubblica italiana

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/03963 presentata da CAVALIERE ENRICO (LEGA NORD) in data 19941006

Ai Ministri dell'ambiente e di grazia e giustizia. - Per sapere - premesso che: la legge istitutiva del Ministero dell'ambiente, il Piano Annuale 1988 di interventi urgenti per la salvaguardia ambientale ed il Piano Triennale 1989-91 di tutela dell'ambiente, individuavano obiettivi e risorse per lo Sviluppo dei Sistema Informativo Ambientale (SINA) "inteso come strumento di promozione e coordinamento delle attivita' di acquisizione, elaborazione e restituzione dei dati di interesse ambientale provenienti da fonti differenziate nonche' come riferimento per l'armonizzazione della diffusione agli utenti delle elaborazioni e delle restituzioni"; l'aggiudicazione dei servizi e delle forniture relative al "sistema centrale" e' stata effettuata in aperta deroga delle norme italiane e comunitarie sull'aggiudicazione delle pubbliche forniture che prevedono la necessita' di indire gare ed in deroga a quanto espressamente previsto dalla delibera del CIPE del 5 agosto 1989 che imponeva un confronto concorrenziale; il Provveditorato Generale dello Stato con lettera del 24 marzo 1991, prima della stipula dei contratti, diffidava, tra gli altri, la Direzione Generale della VIA, all'epoca ed attualmente diretta dall'Arch. Costanza Pera, a non stipulare alcun contratto perche' "evidentemente illegittimo" e "non preventivamente sottoposto al parere previsto dalla legge del Provveditore Generale dello Stato; nonostante la citata diffida l'Arch. Costanza Pera stipulava i contratti; la Corte dei conti con un primo rilievo del 29 marzo 1991, muoveva pesantissime osservazioni ai contratti rilevando l'inesistenza dei presupposti per procedere a trattativa privata agli affidamenti; per la Corte dei conti il procedimento si presentava viziato ab initio e "suscettibile di censura anche in sede internazionale" -: se sia vero che: nonostante anche queste osservazioni la Direzione Generale Valutazione d'Impatto Ambientale proseguiva negli affidamenti a favore delle societa' private; la Corte dei conti con un ulteriore atto del 12 dicembre 1991 muoveva altri pesantissimi rilievi sui contratti in ordine alla mancata attuazione della legge antimafia, della Inesistenza dei verbali della Commissione Tecnico Scientifica, diffidando il Ministro e il Direttore Generale a non creare organi consultivi non previsti dalla legge; tale ultima osservazione derivava dalla constatazione che la Direzione Generale VIA aveva nominato una commissione di tre esperti che avevano avallato le scelte tecniche e la trattativa privata; la Corte dei conti inoltre rilevava come l'affidamento a trattativa privata non dovesse costituire una sorta di prenotazione per le societa' aggiudicatarie "per eventuali successive forniture", dovendosi "inderogabilmente procedere a rapporti tipici concorsuali"; nonostante queste osservazioni e diffide degli organi di controllo la Direzione Generale VIA procedeva alla stipula dei relativi contratti con il consorzio CORESIA, costituito dalle societa' BULL, Olivetti, EFIMDATA, AQUATER, ICIE; in base a cio' risulta l'illegittimita' dei procedimenti di aggiudicazione -: quale sia lo stato di attuazione del progetto SINA, anche per quanto concerne la realizzazione dei moduli regionali; quale sia lo stato di trasferimento alle regioni della quota di competenza e, se questo non sia avvenuto, quali siano le motivazioni; se vi siano precise responsabilita' nell'ambito della struttura del Ministero e, in caso affermativo, quali provvedimenti si intendano prendere; se non sia il caso di rivedere l'intero programma SINA, definendo degli obiettivi in tempi ragionevoli e con costi certi, in modo da garantire il flusso di dati ed informazioni indispensabili per il controllo, gestione e pianificazione ambientale a livello sia regionale sia nazionale; se e quale danno abbia rappresentato per il Paese l'attuale carenza informativa anche in termini di maggiori oneri per gli interventi di risanamento. (4-03963)

 
Cronologia
venerdì 30 settembre
  • Politica, cultura e società
    Il segretario del MSI Gianfranco Fini propone lo scioglimento del partito in Alleanza Nazionale.

venerdì 14 ottobre
  • Politica, cultura e società
    Si svolge uno sciopero generale, organizzato contro la legge finanziaria e il taglio delle pensioni.