Vai al sito parlamento.it Vai al sito camera.it

Portale storico della Camera dei deputati

Documenti ed Atti

XIII Legislatura della repubblica italiana

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/01462 presentata da CHIAPPORI GIACOMO (LEGA NORD PER L'INDIPENDENZA DELLA PADANIA) in data 19960627

Al Ministro della sanita'. - Per sapere - premesso che: l'assemblea dei soci dell'associazione ligure Parkinson, riunita in data 20 aprile 1996, con votazione unanime e palese, ha rivolto un pressante appello a tutte le autorita' istituzionali affinche' siano inseriti in classe "A" quei farmaci indispensabili alla cura del morbo di Parkinson (Egibren, Jumex, Seledat, Daverium, Nopar, eccetera), il cui costo, per la cronicita' della malattia, non e' sopportabile da malati duramente colpiti da male incurabile -: quali iniziative intenda adottare il Ministro della sanita' per poter venire incontro alle esigenze anche economiche delle famiglie di persone colpite dal suddetto male. (4-01462)

Al momento attuale, ai fini del trattamento terapeutico dei pazienti affetti dal morbo di Parkinson, sono disponibili con onere di spesa a carico del Servizio Sanitario Nazionale (classe A di cui all'articolo 8, comma 10, della Legge 24 dicembre 1993, n. 537), tutti i farmaci previsti dalle linee-guida internazionali. Per quanto riguarda, piu' in particolare, le specialita' medicinali indicate nell'atto parlamentare in esame, e' opportuno fornire alcune precisazioni. Il medicinale "Nopar", a base di "Pergolide", e' collocato in classe A nelle differenti confezioni da 20 compresse da 1 mg; 30 compresse da 0,05 mg; 40 compresse da 0,25 mg. Le specialita' medicinali "Egibren" (30 cpr. 10 mg), "Jumex" (50 cpr. 5 mg), "Seledat" (30 cpr. 10 mg) a base di "Selegilina", sono classificate in fascia C. Occorre rilevare, a tal riguardo, che e' tuttora aperta una notevole controversia relativamente all'efficacia terapeutica e alla potenzialita' tossica della "Selegilina". Per quanto riguarda l'efficacia, viene messo in discussione proprio quello che dovrebbe essere il maggior beneficio prodotto dal farmaco, vale a dire l'effetto neuroprotettore nella fase precoce del Parkinson. In merito alla tossicita' della "Selegilina", di recente si e' addirittura ipotizzato che la sua assunzione possa determinare un aumento della mortalita'. In base ai dati di uno studio condotto dal Parkinson's Disease Research Group del Regno Unito, si riscontrerebbe una piu' alta percentuale di decessi tra pazienti con morbo di Parkinson iniziale o lieve trattati con la combinazione "Selegilina" piu' "Levodopa", rispetto a pazienti trattati con il solo "Levodopa". Il "Daverium" (20 cpr. 20 mg) e' una specialita' medicinale a base di "Alfadiidroergocriptina mesilato" ed e' classificata in fascia C. Si tratta di un farmaco che agisce come agonista della "Dopamina" (notoriamente carente nei pazienti parkinsoniani) e di cui la documentazione attestante l'efficacia clinica appare a tuttoggi insufficiente. Sono comunque in fascia A altri 4 principi attivi che presentano un meccanismo d'azione simile, e la cui documentazione di efficacia clinica e' stata considerata sufficientemente validata. Il Ministro della sanita': Rosy Bindi.



 
Cronologia
venerdì 21 giugno
  • Politica estera ed eventi internazionali
    Si svolge a Firenze il vertice dei 15 Capi di Stato e di governo dell'Unione europea, che chiude il semestre di presidenza italiana.

giovedì 27 giugno
  • Parlamento e istituzioni
    Con la sentenza n. 223 la Corte costituzionale dichiara l'illegittimità costituzionale dell'articolo 698, comma 2 del c.p.p. ove si prevede l'estradizione anche per i reati puniti con la pena capitale a fronte dell'impegno assunto dal Paese richiedente - con garanzie ritenute sufficienti dal Paese richiesto - a non infliggere la pena di morte o, se già inflitta, a non farla eseguire.

domenica 30 giugno
  • Politica estera ed eventi internazionali
    Al G7 di Lione il Presidente del Consiglio Prodi si impegna a ridurre fortemente il deficit pubblico italiano.