Vai al sito parlamento.it Vai al sito camera.it

Portale storico della Camera dei deputati

Documenti ed Atti

XV Legislatura della repubblica italiana

INTERPELLANZA 2/00685 presentata da BARBIERI EMERENZIO (UDC (UNIONE DEI DEMOCRATICI CRISTIANI E DEI DEMOCRATICI DI CENTRO)) in data 31/07/2007

Atto Camera Interpellanza 2-00685 presentata da EMERENZIO BARBIERI martedì 31 luglio 2007 nella seduta n.198 I sottoscritti chiedono di interpellare il Ministro delle infrastrutture, per sapere - premesso che: sono passati ormai dieci anni dalla data in cui hanno avuto inizio i lavori per la realizzazione della variante di Boretto (Reggio Emilia) alla ex statale 358, fra il ponte sul Po e Poviglio; da oltre due anni i lavori risultano essere completamente bloccati; tale situazione sta arrecando gravissimi disagi e rilevanti danni economici non solo alla popolazione residente nel comune di Boretto e nei comuni circostanti, ma a tutta l'area e al Paese, trattandosi di un territorio particolarmente virtuoso anche sotto il profilo economico; i lavori per la realizzazione dell'asse viario in oggetto sono stati finanziati con decreto del gennaio 1995 mentre le procedure di affidamento hanno avuto inizio nel 1997: dopo diverse vicissitudini procedurali e ricorsi amministrativi i lavori, completamente finanziati dall'ANAS, hanno avuto inizio e si sono protratti fino al marzo 2005, quando la Asfalti Sintex s.p.a., società aggiudicataria dei lavori, ha abbandonato il cantiere senza portare a compimento l'opera; fino a quella data erano stati realizzati i manufatti in rilevato, ponti e sovrappassi, oltre ad essere delineate le opere a piano campagna, comprendenti l'intero tracciato viario e relativi svincoli; nel dicembre 2005 il Sottosegretario alle Infrastrutture Mauro Del Bue, ha organizzato un incontro alla presenza del Sindaco di Boretto e dell'Assessore provinciale di Reggio Emilia, Claudio Ferrari, a cui hanno preso parte anche i dirigenti nazionali dell'ANAS: in quella stessa sede l'ANAS si era impegnata a predisporre entro febbraio 2006, apposita convenzione per il trasferimento dell'opera, unitamente alle risorse residue, delegando al sistema delle autonomie locali il completamento dell'infrastruttura stessa; ancora nell'autunno del 2006 l'impegno assunto dell'ANAS era stato completamente disatteso e non vi erano notizie circa la predisposizione della predetta convenzione, perciò l'amministrazione comunale e provinciale hanno chiesto ed ottenuto un nuovo incontro con i dirigenti nazionali dell'ANAS; nel corso di un incontro organizzato dal Sottosegretario Capodicasa e dall'onorevole Maino Marchi svoltosi nel dicembre 2006 alla presenza dell'assessore provinciale Luciano Gobbi e del Sindaco di Boretto, l'ANAS si impegnava ancora una volta a predisporre entro marzo 2007 tutti gli atti necessari per il trasferimento dell'opera da Provincia a Comune; nell'aprile 2007, in occasione dell'inaugurazione dell'asse viario della Cispadana, i dirigenti regionali ANAS, a fronte delle vivaci proteste delle amministrazioni locali, dichiaravano che gli atti relativi al trasferimento dei lavori erano già in possesso della Provincia; tale dichiarazione non si è rivelata veritiera; le garanzie fornite dall'ANAS in merito alla data di completamento dei lavori sono state puntualmente disattese e a tutt'oggi non ci sono indicazioni rispetto ai tempi necessari al completamento dell'opera; in data 12 giugno 2007 il Consiglio comunale di Boretto ha approvato all'unanimità una mozione che impegna il Sindaco e l'intero Consiglio comunale ad attivare e promuovere forti e variegate manifestazioni di protesta, prevedendo anche forme «simbolicamente plateali» al fine di rimarcare ulteriormente presso tutte le sedi competenti i gravi disagi che il paese sopporta da troppo tempo e che tali manifestazioni dovranno essere intraprese subito -: quali misure e provvedimenti urgenti intenda adottare per consentire l'immediata ripresa e la conclusione in tempi rapidi dei lavori della variante di Boretto alla SS 358; se, alla luce dei fatti esposti, non ritenga di dover intervenire urgentemente presso l'ANAS affinché, nel rispetto degli accordi presi nelle sedi citate in premessa, predisponga urgentemente tutti gli atti necessari al trasferimento dell'opera e delle relative somme residue al sistema delle autonomie locali; se, a fronte degli evidenti inadempimenti dell'ANAS relativamente alla questione in oggetto, non ritenga di dover procedere alla nomina di una specifica Commissione di indagine ministeriale per accertare, per quanto di sua competenza, i motivi in ordine agli incomprensibili ritardi e le eventuali responsabilità. (2-00685) «Barbieri, Alessandri, Castagnetti, Marchi».





 
Cronologia
mercoledì 25 luglio
  • Parlamento e istituzioni
    La Camera delibera l'istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sugli errori in campo sanitario e sulle cause dei disavanzi sanitari regionali.

martedì 31 luglio
  • Parlamento e istituzioni
    La Camera approva la proposta di legge Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica e nuova disciplina del segreto (C. 445-B), che sarà approvata definitivamente dal Senato il 1° agosto (legge 3 agosto 2007, n. 124).

giovedì 2 agosto
  • Parlamento e istituzioni
    Il Senato approva, con 161 voti favorevoli, 154 contrari ed un astenuto, l'articolo unico del d.d.l. S. 1739, di conversione in legge del decreto-legge 2 luglio 2007, n. 81, recante disposizioni urgenti in materia finanziaria, sul quale il Governo ha posto la questione di fiducia.